Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Rosarita De Martino

Pasqua 1958


Scegli la pagina:
...mi trovo vicinissima proprio di fronte la statua del Risorto e d'istinto alzo gli occhi e lo guardo e ho la strana impressione di essere
guardata dai suoi azzurri occhi di cielo che acquistano corposità umana.
Così trepida, innamorata, lo interrogo "ma è possibile?" "Dimmi, che cosa vuoi Gesù da me?"
Imprimo nel cuore i suoi lineamenti perché, confusamente percepisco che mi accompagneranno per sempre e illumineranno anche il mio cammino di fede.
Ora ecco che la folla aumenta, aumenta, mi spinge, mi strattona, mi allontana dal Risorto interrompendo il nostro muto dialogo d'amore!
Le campane squillano a festa e vi rispondono quelle del mio cuore!
La processione ora è lunghissima perché tutta la gente sistemata prima nei tre diversi vicoli ora segue le tre statue e tutti ci incamminiamo, perché stiamo uscendo dal paese per andare a deporre i fiori sulla collinetta del Calvario.
L'ordine è tornato, si son formate due lunghe file di fedeli, io riesco a mettermi accanto ai bambini della prima comunione che si trovano dietro la statua del Risorto.
Compiaciuta noto che è stato ottimo il servizio d'ordine guidato dall'arciprete e dal maresciallo mio padre che ora cerca di raggiungermi, ma stavolta cerco di svicolare.
Sto ancora gustando lo ... [segue »]

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Rosarita De Martino

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti