Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Carlo Gragnaniello

Il Prigioniero di Auschwitz

Capitolo: 5

Scegli la pagina:
Ci rinchiusero in questi grandi e stretti vagoni di legname utilizzati per il trasporto del bestiame, si respirava una puzza terribile nei vagoni, il tragitto in treno fu insorpottabile anzi peggio del tragitto sui camion, ricorco che quando il treno si fermava, in qualche zone di collina oppure pianura, si aprivano i grandi sportelli di legname per fare i nostri bisogni, il pensiero di scappare a quell'inferno talvolta era forte ma anche impossibile, i fascisti ci tenevano puntati con le loro mitragliatrici, bastava anche un solo passo falso e ci avrebbero combinati in un colabrodo.
Quello erano istanti drammatici e sfido chiunque a chi non avrebbe provato paura in quelle ore di paura e di silenzio.
Ricordo che entrammo alle porte dell'Austria, e ad un tratto il treno si fermò per fare una grossa sosta, i grandi sportelli dei vagoni si aprirono e dove ci vennerò distribuite da qualche crocerossina, qualcosa da magiare e da bere, pensavo che il tormentoso viaggio era arrivato al capolinea e che sarebbe finito, non c'è la facevo più volevo ritornarmene a casa, ma ormai il mio destino era stato scritto poche ore e sarebbe iniziato il vero inferno per me e per tutti gli ... [segue »]

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritto da: Carlo Gragnaniello

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.00 in un voto

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti