Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Michele Ciorra

Come fanno i marinai

Al trillo insistente del campanello di casa si accompagnò la voce, dal tono sfottente, dell’amico postino : ” Raccomandata con ricevuta di ritorno per Giggino Esposito, aizate guagliò!”. “Mannaggia a maronn’, Giuà – rispose Luigi, detto Giggino, mentre madido di sudore si rotolava sopra il... [continua a leggere »]
Michele Ciorra
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Michele Ciorra

    Il padrino

    Salvatore Giovanni Tripodo, detto Salvino, da Cosenza e giovane chirurgo presso il nosocomio di Chieri in provincia di Torino, guadagnò la hall-biglietteria della stazione Termini in Roma. Si avvicinò ad una delle ormai rare ed obsolete postazioni telefoniche pubbliche ed afferrò, staccandola... [continua a leggere »]
    Michele Ciorra
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Michele Ciorra

      Rashid

      Io ma soprattutto Marta pensavamo di aver già dato quando nell'anno di mala sorte 1997 il "Mostro" si manifestò, all'improvviso, in tutta la sua viscida e mortale potenza.
      Molti, vista la diagnosi che sulla carta non lasciava molte vie di scampo, si sarebbero lasciati andare e, piuttosto che... [continua a leggere »]
      Michele Ciorra
      Vota il racconto: Commenta