Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti di Kahlil Gibran (Gibran Khalil Gibran)

Poeta, pittore e filosofo, nato sabato 6 gennaio 1883 a Bsharre (Libano), morto venerdì 10 aprile 1931 a New York (USA - Stati Uniti d'America)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritto da: Prometeo

Corpo e Anima

Un uomo e una donna sedevano presso una finestra che si apriva verso la Primavera. Sedevano vicini l'uno all'altra. E la donna disse: "Ti amo. Sei bello, sei ricco, e sei sempre così ben vestito".
E l'uomo disse: "Ti amo. Sei un pensiero meraviglioso, qualcosa di troppo singolare per essere... [continua a leggere »]
Kahlil Gibran (Gibran Khalil Gibran)
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Maresa Schembri

    Il Dolore

    E parlò una donna e disse: Parlaci del Dolore.
    Ed egli disse:
    Dolore è il rompersi del guscio che racchiude la vostra intelligenza.
    Così come il nocciolo del frutto deve rompersi perché il suo cuore possa esporsi nel sole, così dovete voi conoscere il dolore.
    E se voi sapeste tenere il cuore... [continua a leggere »]
    Kahlil Gibran (Gibran Khalil Gibran)
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Maresa Schembri

      Il plutocrate

      Nel corso delle mie peregrinazioni una volta ho visto su un'isola un mostro dalla testa umana e dagli zoccoli di ferro, che si nutriva dalla terra e beveva dal mare senza mai fermarsi. Lo osservai per un poco. Poi mi avvicinai e dissi: "Non ne hai mai abbastanza? La tua fame non è mai soddisfatta... [continua a leggere »]
      Kahlil Gibran (Gibran Khalil Gibran)
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Maresa Schembri

        L'astronomo

        Nell'ombra del tempio, il mio amico ed io vedemmo un cieco che sedeva tutto solo. E il mio amico disse: "Guardalo, è l'uomo più saggio della nostra terra".
        Lasciai allora il mio amico, e mi accostai al cieco, e lo salutai. E ci mettemmo a conversare.
        Dopo un po' dissi: "Perdona la mia domanda... [continua a leggere »]
        Kahlil Gibran (Gibran Khalil Gibran)
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Giacomo V

          La viola ambiziosa

          C'era una bella viola profumata che viveva tranquilla insieme alle sue amiche e ondeggiava felice tra gli altri fiori in un
          giardino solitario. Una mattina, con la corolla ancora abbellita da stille di rugiada, sollevò il capo, si guardò attorno e
          vide una rosa alta e avvenente che si ergeva... [continua a leggere »]
          Kahlil Gibran (Gibran Khalil Gibran)
          Vota il racconto: Commenta
            Scritto da: Prometeo

            Quando Nacque Il Mio Dolore

            Quando nacque il mio Dolore lo nutrii con amore e lo curai teneramente. Come tutte le creature viventi esso crebbe, forte, bello e traboccante di mirabili delizie.
            Ci amavamo reciprocamente e amavamo il mondo che ci circondava; poiché il Dolore aveva il cuore tenero, e il mio dal Dolore veniva... [continua a leggere »]
            Kahlil Gibran (Gibran Khalil Gibran)
            Vota il racconto: Commenta
              Scritto da: Prometeo

              Quando Nacque La Mia Gioia

              La presi tra le braccia e salendo sul tetto di casa presi a gridare: "Venite, miei vicini, venite a vedere, perché in questo giorno mi è nata la Gioia. Venite a vederla, come ride felice nel sole".
              Ma nessuno dei miei vicini venne a vedere la mia Gioia, e grande fu il mio stupore.
              E ogni giorno... [continua a leggere »]
              Kahlil Gibran (Gibran Khalil Gibran)
              Vota il racconto: Commenta