Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: ichweissnicht

Come un aratro antico

Lavorerò il tuo corpo come un tempo
lavorava la terra il contadino
del mio paese. Con lo stesso amore
con lo stesso vigore disperato
evocherò la vita dai tuoi solchi
e tu sarai per me mensa e giaciglio
tempio, rifugio, lavacro ed alcova
e non avrò che te nella mia mente
nelle mani nella bocca affamata
della tua carne e dei tuoi umori. In te,
nel tuo intimo vibrare immergerò
ogni mio desiderio, ogni mia voglia.
Si spegnerà pulsando il mio gridare
sfacciato osceno ed esibito al mondo
e nel tuo caldo e vellutato esistere
io morirò, donna d'incenso e d'oro!
Composta nel luglio 2007

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: ichweissnicht
    Ha partecipato al concorso
    Come un granello di Sabbia

    Commenti

    2
    postato da , il
    Troppo simile alla mia poesia Corpo di donna:...il mio corpo di contadino selvaggio ti scava e fa saltare il figlio dal fondo della terra...
    Ma non ha la stessa grazia!
    1
    postato da , il
    Molto bella.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti