Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Arjan Kallco

Sul marciapiede

Sempre seduto su questo marciapiede
Ai cigli dove il corso prende vita
Ti aspettavo solitario
Assieme alla fragilità della notte.
I rumori dei tacchi delle donne
Sulle pietrine
Come la melodia di una canzone
Dimenticata,
Destavano la sonnolenza
e le note si sbrogliavano furiosamente
Lontano dai sospiri dei baci nel buio
dietro gli alberi, angoli
Felicemente taciturni
In cui i visitatori celavano
l'amor segreto.
Ed io aspettavo
Che nei bagliori della notte,
Nei fruscii del vento,
Quando i marciapiedi
Tornassero a ronzare,
Il tuo arrivo.
Composta nel 2008

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Arjan Kallco
    Ha partecipato al concorso
    Come un granello di Sabbia

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti