Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Rosita Matera

La preghiera dell'albero

Verso un cielo bianco
d'uggia incerta
rami secchi s'inerpicano
sui gradini del sole,

battuti, provati
e da tempo già muti
ma brucianti di vita
nella scorza ritorta.

Come dita protese
i rami spogli sul tronco,
danzano inerti imploranti di Vita.
Mi par di sentire
la loro voce che vibra,
parole sommesse
che il vento echeggia e sospira:
è la preghiera dell'albero
che desidera nascere ancora.

E quel vento che ora carezza
ed ora flagella
e non da tregua col suo vortice lento
ora si strugge per l'albero vecchio
che soffre mandando iperboli al cielo.

Ma dal ramo più freddo e ricurvo
che ha saputo perdonare percosse
è sgorgata una lacrima verde

gemma di Vita
che prepotente scioglie
il cuore ferito del gelido inverno.
E nella radice ruggisce un fuoco nuovo,
si schiude il cielo
ed è già primavera.

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Rosita Matera

    Commenti

    ATTENZIONE: l'autore ha richiesto la moderazione preventiva dei commenti alle proprie opere.
    Invia il tuo commento
    Vota la frase:10.00 in 4 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti