Questo sito contribuisce alla audience di

Malato d'amore

Soffre l'infermo costretto nel letto
ma se non ti tocco esplode il mio petto
scorre la notte sotto lo stesso tetto
non riesco a star fermo: d'amor sono affetto.

Ho un immenso bisogno d'un sedativo
l'amore m'è schivo ed io ne son privo
chi s'accontenta d'un insulso placebo
un'agonia lenta
corrode un cuore insincero.
Composta venerdì 9 dicembre 2011

Immagini con frasi

    Info

    Ha partecipato al concorso
    VIIº concorso letterario internazionale di PensieriParole

    Commenti

    3
    postato da , il
    Concordo con Antonio Fabi circa le intenzioni, per quanto riguarda il ritmo
    in effetti difetta. Ha delle accelerazioni che si impennano con la riga successiva,
    mentre altre  troppo brevi sembrano rincorrere quella successiva.
    Prova a rileggerla ritmando il fiato e lo capirai da te. Comunque carina davvero.
    2
    postato da chupi, il
    grazie...sia per il complimento che per la critica...piuttosto potrei avere delucidazioni in merito al "ritmo"? sono abbastanza ignorante in materia (poesia in generale).
    1
    postato da , il
    Intenzioni buone, ma ritmo spaventoso.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:5.00 in 5 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti