Scritta da: Urszula Gajowniczek

Incontro

Questo è quello che mi ricordo
la prima parola, primo tocco della mano
ricordo primo bacio, il tuo viso le tue mani, profumo.
I nostri occhi sono socchiusi come un cielo prima di morire
dove dovrei andare con il mio cuore
tutti desideri dolori e la paura
sarò la tempesta di sabbia
brucia la mia anima come un flash nel cielo
momenti di gioia, tesori accumulati di intimità
rido, piango, tremo come un soffio di primavera
aspetta chiudi gli occhi, respira
ascolta i miei passi nel tuo cuore.
Urszula Gajowniczek
Composta venerdì 7 luglio 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Urszula Gajowniczek
    Ora non riesco a sentire i tuoi passi
    Ti ho trovato per caso
    C'era tanto mistero
    e le tue parole che mi stanno aspettando
    risvegli il mio desiderio congelato
    tristi giorni e serate

    Ricordi
    abbiamo rubato momenti intensi
    timidamente, lentamente
    ti ho donato mio amore

    ora dopo anni
    ho bei ricordi
    collana d'argento a me tanto cara
    e le mani ancora fredde.
    Urszula Gajowniczek
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Urszula Gajowniczek
      Ecco che arriva la notte, la notte sta arrivando
      lacrime di nostalgia travolgono il cuore
      nel cielo guardo, guardo le stelle
      perché so che li guardi anche tu

      E'difficile prendere il vento nelle mani
      difficile sentire il canto di l'usignolo
      trovare solitudine in mezzo alla folla
      fermare il tempo... che sempre fugge

      Ecco che arriva la notte, la notte sta arrivando
      momento magico porta piacere,
      niente potrà cambiare il colore dei miei ricordi...
      Urszula Gajowniczek
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Urszula Gajowniczek

        Attesa

        Sto aspettando te tra i sogni vago nella notte,
        mi addormento su una foglia di nostalgia
        e le stelle stanno a guardare, brillano come perle d'argento
        Perché non ti sento sussurrare.
        Il vento si porta via ormai la notte.
        Questo odore non posso dimenticare...
        galleggio nella tua dolcezza
        mentre il cuore grida
        labbra sono dolenti
        singhiozzi silenziosi
        tutti miei sogni volano in cielo, fuggono verso ignoto
        e la notte giunge al termine...
        e la vita continua...
        e l'orologio tiene traccia del tempo...
        Urszula Gajowniczek
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di