Questo sito contribuisce alla audience di

Lockdown

E fu impossibile sfuggire il sogno in veglia
di pulci infettate

tra la trama e l'ordito della stoffa pregna
accanto al focolare del sarto

nella cara vecchia Eyam.
poi fu impossibile non vedere

La Pietra di Confine,
un dado sghembo con sei fori bui,

ditali ricolmi di aceto di vino
per purificare le monete appestate.

Il ché mi ricordò la triste storia
di Emmott Syddall e Rowland Torre,

sfortunati amanti divisi
dal confine di quarantena

il loro muto corteggiamento attraversava il fiume
fin quando lei più non comparve.

Mi addormentai nuovamente
e questa volta sognai

l'esiliato Yahsha che spediva parole
alla moglie perduta su una nuvola di passaggio,

nuvola che seguiva la mappa terrena
di piste di cammelli e sentieri di bestiame,

ruscelli come collane,
pavoni coda a ventaglio, elefanti dipinti,

coperte ricamate
di campi e siepi,

foreste di bamboo e vette di neve ammantate,
cascate, torrenti

i geroglifici di gru dalle grandi ali
e il fiore del loto luccicante dopo la pioggia,

l'aria
un ipnotico vedere attraverso, rara,

il villaggio, a tratti gravoso, lungo e lento
ma così di necessità.
Simon Armitage
Vota la poesia: Commenta

    Lockdown

    And couldn't escape the waking dream
    of infected fleas

    in the warp and weft of soggy cloth
    by the tailor's hearth

    in ye oldeEyam.
    They couldn't un-see

    the Boundary Stone,
    the cock-eyed dice with its six dark holes,

    thimbles brimming with vinegar wine
    purging the plagued coins.

    Which brought to mind the sorry storry
    of Emmot Syddal and Rowwland Torre,

    star-crossed lovers on either side
    of the quarantine line

    whose wordless courtship spanner the river
    till she cames no longer.

    But slept again
    and dreamt this time

    of the exiled yaksha sending word
    to his lost wife on a passing cloud,

    a cloud that followed an earthly map
    of camel trails and cattle tracks,

    streams like necklaces,
    fan-tailed peacocks, painted elephants,

    embroidered bedspreads
    of meandows and hedges,

    bamboo forests and snow-hatted peaks,
    waterfalls, creeks,

    the hieroglyphs of wide-winged cranes
    and the glistening lotus flower after rain.

    the air
    hypnotically see-through, rare,

    the journey a ponderous one at times, long and slow
    but necessarily so.
    Simon Armitage
    Vota la poesia: Commenta