Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Silvietto Sbirù

Scrittore, nato venerdì 19 aprile 1985 a cosenza (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Silviettooo

Poesia

A volte è solo un soffio di vento che ti accarezza e ti sussurra dolci e ossessionanti parole da urlare al mondo.
Altre volte è lo sguardo che ti porta ad osservare situazioni, movimenti o volti da raccontare, da inventare.
Altre volte ancora, è il cuore che ti guida in sentieri immaginari per poter scrivere di un amore,
della bellezza di un bacio, o di un desiderio e della sua attesa.
Spesso è anche la testa, con la sua razionalità a lasciarti raccontare la cruda realtà delle cose,
e uscire così da quel mondo irreale popolato da sentimenti e stelle colorate.
Tutto è poesia.
La poesia, è per il poeta, la poesia, vita!
È come se fosse una figlia, un figlio, una parte di se da proteggere e tenere sempre dentro.
Addolorato quando deve correggerla
Orgoglioso quando supera i suoi mille esami
Sereno quando la porta a letto
E contento quando tutti ne parlano
Il cinguettio di un uccellino,
il rumore delle foglie di un albero di noce possedute dal vento,
un gatto che ti fa le fusa.
È vita la poesia,
e compito del poeta è portare, attraverso la sua anima e il suo pensiero, la sua poesia,
quella vita, quei sentimenti che troppo spesso, noi essere umani, teniamo nascosti,
chiusi, coperti e impauriti da ciò che un dolore può trasmetterci.
Viviamola la poesia, leggiamola questa vita e raccontiamola.
Silvietto Sbirù
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silviettooo

    La Farfalla

    Come un canto fuori dal tempo.
    Il suo nascere e il suo venire al mondo è molto più lungo del suo vivere stesso.
    Eppure in quella breve e faticosa vita, ha tempo per tutto,
    e non cade mai nella noia di un lamento o nell'ozio della nullità.
    Vola sui fiori più belli
    Si lascia trasportare dal vento
    Nella notte brilla e diventa magica sotto la luna
    Ruba molti sorrisi e bei pensieri a chi la osserva
    Regala leggerezza e soffice bellezza
    È libera, e vive con la consapevolezza di morire in un attimo
    Forse è proprio nella sua morte che la farfalla raggiunge quel desiderato piacere,
    quel piacere estremo.
    Va incontro alla morte con maestosa eleganza ed effimera delicatezza.
    Ogni essere potrebbe peccare in invidia innanzi a tanta ricchezza!
    Nessuno mai potrà essere tanto libero
    Nessuno mai potrà desiderare ed ottenere tanta libertà
    Perché nessuno mai potrà essere tanto coraggioso e forte d'andare incontro alla morte,
    incontro alla sua fine, con tanta colorata e viva dolcezza.
    Silvietto Sbirù
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silviettooo

      Il Filo d'Erba

      Malgrado nessuno lo annaffia, nasce lo stesso
      Non lo accarezza nessuno
      Non lo osserva nessuno e quasi nessuno ne parla,
      eppure è lì, sempre, lì, stabile e costante,
      imperterrito e testardo, a lasciarsi bagnare dalla pioggia.
      Sta lì a seguire i movimenti del vento e si nasconde quando la bianca e soffice signora scende,
      cade giù a fiocchi per deliziarci della sua bellezza.
      Ci strappa un sorriso solo quando ci accorgiamo di non vederlo da assai tempo,
      e quasi ci entusiasma, ci commuove,
      ci sorprende, come se addirittura ci fossimo scordati della sua presenza.
      A volte lo ricordiamo nostalgici della sua freschezza e del suo profumo.
      E se non fosse mai esistito il Filo D'Erba?
      Cos'altro avrebbe ora il suo nome?
      Il filo d'erba.
      E, quel qualcos'altro, avrebbe sempre lo stesso colore e lo stesso senso di vita?
      Silvietto Sbirù
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silviettooo

        Il Pittore

        Le mie dita sfiorano il tuo corpo con lo stesso tocco di un pennello che un'immacolata tela,
        che sarà presto portatrice di una magnifica opera.
        Ad occhi socchiusi ti abbandoni a piacevoli gemiti e sorrisi,
        mentre io con le mie dita traccio i contorni, gli orizzonti sottili e le calde linee del tuo universo.
        Rosso come la passione
        Verde come la speranza
        Giallo come il calore
        Nero come la paura.
        Passano i sogni, volano i pensieri e forti e pesanti diventano i desideri.
        L'eleganza del pennello sulla tela è quasi dolce, effimera, delicata,
        come se quel gesto potesse in qualche modo violare o ferire la tela.
        All'egual modo il mio corpo si avvicina al tuo,
        con la sana consapevolezza che in quel gesto, in quell'atto, si giunge all'apice del piacere,
        al piacere dell'unione, dell'essere l'uno per l'altra.
        Ed è proprio quell'unione,
        quel piacere sconfinato e irrealmente vivo che porterà il quadro a raggiungere la più ambita delle bellezze.
        Bellezza rozza e violenta,
        Bellezza che agli occhi di chi l'ammira sarà sempre diversa e surreale
        Perché solo in pochi udiranno il senso di tanta magnificenza,
        il senso puro e folle di un pittore.
        Silvietto Sbirù
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Silviettooo

          Anima

          Ero fermo lì, immobile
          Brividi di piacevole dolore accarezzavano le mie carni:
          come se una spada di solo cristallo e dalle punte dorate scendesse a capo fitto sotto la mia pelle,
          ed io offuscato dalla sua bellezza e dal suo bagliore,
          non potevo non desiderare il proseguo di quell'elegante e sublime atto.
          La sua luce mi penetrava e il suo tocco,
          il suo tocco diventava man mano possessore dei miei sensi;
          il suo calore bruciava in unisono con le mie voglie,
          pura e mistica alchimia.
          D'improvviso toccò le mie labbra,
          una forte esplosione di luce partì dai miei occhi,
          e mi resi conto, in un solo istante,
          come in un veloce riflesso di uno specchio in fuga,
          che ero lì, fermo.
          Immobile innanzi alla mia anima,
          a colei che è padrona del mio corpo, delle mie emozioni e dei miei desideri.
          Io e lei
          Io davanti a me stesso in un incessante fluire di pensieri, paure, voglie.
          Un aumento incredibile di voglia di esistere, voglia di vivere!
          Silvietto Sbirù
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Silviettooo

            Pensiero

            Una leggera e delicata brezza in una elegante danza
            accarezza e dona luce ai miei capelli.
            Resto qui, fermo, immobile, confuso
            mentre al mio interno mille moti ed emozioni
            portano ad un solo, unico e piccolo sentiero,
            dove tutto è bello,
            tutto è magico, tutto suona dolci melodie.
            È tutto sensuale e mistico,
            e udir suonare, con quel ritmo agitato, quel respiro
            mi inebria il cor di gioia.
            Come un'arpa muovi ancora le corde della mia anima
            infinita e irraggiungibile creatura.
            Silvietto Sbirù
            Composta sabato 10 dicembre 2011
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Silviettooo

              Il tuo Sorriso

              Mentre navigo nel vuoto dei miei pensieri,
              e un unico coloro appare innanzi al mio sguardo,
              solo una cosa riesco a sfiorare con la mia anima:
              Il tuo dolce sorriso!
              Sorriso che come l'ultima goccia di brina del mattino
              che cade con delicatezza dal fiore,
              riappaga effimeramente i miei sensi,
              e ritorno in me, più sereno e vivo che mai.
              Silvietto Sbirù
              Composta sabato 10 dicembre 2011
              Vota la poesia: Commenta