Scritta da: orange

Io... quindicenne

Una pagina bianca rapisce i pensieri ribelli
trasforma in parole crudeli la rabbia... che ho dentro
rabbia... perché? Mi vedete? Son qui
troppo distratti... non sanno il tormento.
La penna mi dà il permesso a parole sconnesse
annulla il confine tra pudore e peccato
gioia e dolore tra loro intrecciati...
chiudo il diario... imprigiono parole
e l'amore... non l'ho considerato
ma quale amore?... quello sognato... sperato.
Mai stato... domani... lo invento.
Sandra Cadeddu
Composta lunedì 22 febbraio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: orange

    A te... mare

    A te oggi regalo parole
    a te mare
    a te che ti muovi con piccole onde
    con modi sinuosi raggiungi la spiaggia
    abbracci la sabbia... lasci che l'acqua
    dipinga la riva... e rinfreschi le pietre arse dal sole
    Poi ti ritiri col tuo ancheggiare...
    sto qui e ti parlo... ti ascolto... ti sento.
    Sandra Cadeddu
    Composta martedì 9 febbraio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: orange
      Ha il passo leggero, il corpo sottile
      da tempo cammina senza fare rumore.
      Raccoglie e intreccia fili di seta
      ci appende i suoi sogni e con soffio leggero
      li fa oscillare... li guarda attraverso la luce
      di un raggio di sole...
      chiude gli occhi e ascolta il rumore
      del loro vibrare
      Tutti i suoi sogni in un palmo di mano
      raccolti in un libro... dove ha scritto
      il suo nome con lettere d'oro...
      Sandra Cadeddu
      Composta giovedì 10 giugno 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di