Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Runa_

Cinereo Cercarti

D'Attesa
Cinereo cercarti
fra le cortecce della notte
che zoppica appena fuori dalle mura
nelle brume silenti
di quest'ebbrezza audace
che mi smalta la cute

Sui miei brividi di corda
d'Arpa è il suono che erge

Richiamo che m'insegue sei
come voce di cristallo
a lasciar rime di luce
nei fremiti ardenti
che si avviluppano alla mente
come i germogli dei fiati
mai stanchi.
Rosy Iuliucci
Composta domenica 16 dicembre 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Runa_

    Mercy

    Ti sento piegare dentro di me
    Ti sento piangere lontano da me

    in questa vita che si contorce
    dentro e fuori i fianchi
    sento
    che piano il cuore invoca
    la stretta mordace
    dell'ultima ora

    Io so cosa fare!
    Inchiodare il mio corpo alle tue mani
    Cantare senza sosta / senza voce
    dietro il bavaglio giacente del silenzio
    che riecheggia spasimando
    la sola sosta che m'oscura l'Io

    E so restare inchiodata a te
    e tu stretto a me
    fino alla completa perdizione
    del nostro essere misericordia per la carne.
    Rosy Iuliucci
    Composta domenica 16 dicembre 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Runa_

      Corda Rossa

      Si nasconde labile dietro la bocca
      l'irregolare andare del dire capoverso
      respirando d'ovattato fuoco
      sulla lingua scintillando

      Ogni bacio è un dire verso
      ripassato sul sapore della pelle capovolta
      Ogni lampo è un tocco fermo
      che mi piega sotto luce
      senza gesto
      d'arma retta

      e risali audace dentro
      d'osservanza ineguagliata al tatto
      contundendo l'apice ampio
      del volere appena filtrato
      come corda rossa dissipata fra le cosce.
      Rosy Iuliucci
      Composta domenica 16 dicembre 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Runa_

        Breathing in Fumes

        Non farmi cessare il torpore nella nostra celebrazione
        Ripassami sulla carne la viscosa determinazione
        che urge peccaminosa all'idea selvatica di N. O. I

        Ti attendo al varco del desiderio
        reagendo alle reazioni virali
        di tutti i gesti tatuati sulla pelle
        pronta per essere l'attracco del tuo volere
        ammantando sangue nel cuore
        sezionado pensieri alla Nostra Visione.
        Rosy Iuliucci
        Composta domenica 16 dicembre 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Runa_

          Strappi di Silenzio

          mimetizzo il silenzio
          fra queste dita di fuoco
          che come lancette assaporano
          l'ora sollazzata sulla carne
          che sfrega silenziosa
          il desiderio penzolante sottocute

          [. non è lontano il ticchettio di ossa
          che si mescola alla solitudine in pezzi.]

          ansando carezze con fendenti baci
          si abbellisce la resa
          di mutevole luce
          incuotendo strappi sul sentire appena
          d'un friabile abbraccio
          in libera caduta.
          Rosy Iuliucci
          Composta domenica 16 dicembre 2012
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Runa_

            Suadente Tempo

            Smarrisco la corsa che un tempo addomesticò il vento
            in questo nuovo trapasso lento
            mutevole di voci senz'affanni e senza lodi

            Sfilo
            la lucida irrealtà dei fatti
            In tensione mi destino all'imperfetta reazione
            dell'impeto acuto
            che arguto e suadente prega in ginocchio
            dinanzi alla dilatazione del sogno avvenuto

            e stanca mi ritroverò ai bordi di un non luogo
            pronta a rendermi impasto per un ritorno incementato alle caviglie.
            Rosy Iuliucci
            Composta domenica 16 dicembre 2012
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Runa_

              La Misura del Cuore

              Ho la parola della stessa misura del Cuore.
              So divulgare il senso esatto del mio dire
              spronando verbi nei fiati nascenti
              dal valore espresso in un solo sentimento.

              Toccata e Fuga
              nell'impasto del dire

              Ho la parola esatta per ogni mio dirti
              e nel farlo taccio
              dilatando il Silenzio.
              Rosy Iuliucci
              Composta domenica 16 dicembre 2012
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Runa_

                Rorido Amore

                Umide di irrequieta Notte le lenzuola
                strette nelle mancate ore degli sguardi
                che affidano al silenzio
                l'ultima certezza del Sole
                che in piccole dosi muta
                e gracchia come voce d'Animale sul fango

                Nel ripetesi del gioco
                si attraversa la profezia del peccato

                e non v'è liquido rimedio all'inganno
                né la parentesi aperta di un abbraccio
                libera da ogni indegna parola
                messa in croce dalla schiena spezzata
                di docili ossa
                un tempo carni aperte al Rorido Amore.
                Rosy Iuliucci
                Composta domenica 16 dicembre 2012
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Runa_

                  Anima senza riciclo

                  E le mani diventano vuote
                  come quelle di bambola
                  lontana dal suo altare
                  dal colore di un lutto intenso
                  dal calore di un ferro fermo

                  È un gioco al collasso
                  questo abbraccio senza pelle

                  Vittima inerme
                  come di plastica senza riciclo
                  Immobile
                  dinanzi all'erosione del sentimento
                  che sbriciola nel tempo
                  dietro una porta d'amianto fuso
                  da dove caduti sono gli occhi chiusi

                  ed il bianco netto della memoria
                  lacera la gola
                  come collana di filo spinato.
                  Rosy Iuliucci
                  Composta domenica 16 dicembre 2012
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Runa_

                    Zenzero e Veleno

                    Fugge l'armonia che degli anni fù virtù
                    Il non detto arraffato dalla rabbia
                    di un attimo reclinato
                    al volere come al non
                    come siderale sentimento
                    di un affetto ormai spaiato
                    di un dirigere memoria
                    senza rete
                    senza filo

                    Interrotto è il momento
                    di ceralacca il nuovo avvento
                    patinato di dolore
                    per il cuore in precipizio
                    che di fronte
                    solo a front
                    si distacca intabarrato
                    e si tinge di veleno
                    e di zenzero scaduto.
                    Rosy Iuliucci
                    Composta domenica 16 dicembre 2012
                    Vota la poesia: Commenta