Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Runa_

Fulgida forma

Fulgida forma sono
e sogno dentro / quasi

Le attese di fiamma e raso sono
stelle sul mio capo / e verso
l'ineguagliata bellezza
che lenta mi respira / scaldo
la pelle distesa al sole / nuda come
la celebrazione dell'Amore
d'una carne che un tempo
mi fu incolore.
Rosy Iuliucci
Composta venerdì 7 dicembre 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Runa_

    La Disarmonia della Notte

    È un vuoto discontinuo l'elaborazione del gesto.
    Sgomita a braccia conserte la rabbia intonata al silenzio.
    Sò scaraventare ogni macigno di fiato dietro al muro invisibile della vita,
    che in scena mette
    i pochi giorni di vita coltivati con la morte.

    È un vuoto disconnesso la parola interrota.
    E'un disordine calpestato a piedi nudi il fondo di una dimora senza mura.
    Buio spalancato a recidere il vuoto con fiamme liquide rosse,
    sovrastando il sortilegio della Luna, trasudando di pelle e aria,
    come nelle vecchie dinastie delle Rose

    [È solo la Notte e la sua disarmonia
    a scalzare la fretta delle ore
    a dire / a ricadere / a morire
    nella Vuota Disattenzione ]
    Rosy Iuliucci
    Composta venerdì 7 dicembre 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Runa_

      Un frutto fiorito nel sangue

      Parole come pallottole di vento
      a sbattere sui vetri della cruda realtà
      di un gioco che non inizia
      se non con la ferocia di una morsa
      in pieno petto

      La bellezza inafferrabile della Terra
      danna la genialità della Vita
      ed il suo frutto fiorito vitale
      resta cemento riaffiorato nel sangue

      Come può la conoscenza essere libera di coscienza?
      Rosy Iuliucci
      Composta venerdì 7 dicembre 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Runa_

        Un tempo certezza

        Si ritrae l'anima
        in gesti tradotti da linguaggi diffidenti
        invasivi nel valore prezioso
        di una carezza reale, un tempo certezza

        Si fonde il freddo
        con la verità disinibita della pelle
        nascosta dietro i confini
        della cute distorta, un tempo certezza

        Si nutre la tensione generosa
        dentro elasici abbracci
        come morsi di serenti velenosi
        senza più regole, un tempo certezze

        Ed ora che il Destino erode il vero senso del pensiero affettivo,
        ristruttoro le ossa per un futuro leale, dove l'esser orfana di un amore cattivo
        è degno premio per una Vittoria Vitale.
        Rosy Iuliucci
        Composta venerdì 7 dicembre 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Runa_

          Annoto Silenzi

          Annoto Silenzi
          e Mutamenti d'Aria Secca
          Il Buio e la Luce
          si Somigliano Cosi Tanto Quando Tuonano le Loro Paure
          che io Resto Senza Tremori
          Senza Gesti per Poter Dare Conforto al Mio Niente
          Che Chiede Venia
          o Forse
          Abbracci Disillusi
          da Ragioni Imposte
          Come Lacrime e Voleri

          Annoto Tutto Quello
          Che Mi Mancherà di Dire
          Sulle Ginocchia Mi Fermo
          per Non Andare Troppo in Fretta
          per Svuotare Questo Tempo di Quarzo
          che Corre da Solo Sulle Mura Ormai Spaccate
          o Come Su Pavimenti Invecchiati
          dai Soliti Passi Senza Curve e Direzioni

          Annoto Tutto Ciò che Non so Essere
          Indignandomi per Questi Occhi
          che Vedo Troppo Grandi
          e Questa Bocca
          che Resta Sempre Chiusa
          Nonostante la Sete Avvicini la Fame.
          Rosy Iuliucci
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Runa_

            La Misura del Cuore

            Ho la parola della stessa misura del Cuore.
            So divulgare il senso esatto del mio dire
            spronando verbi nei fiati nascenti
            dal valore espresso in un solo sentimento.

            Toccata e Fuga
            nell'impasto del dire

            Ho la parola esatta per ogni mio dirti
            e nel farlo taccio
            dilatando il Silenzio

            ©Runa.
            Rosy Iuliucci
            Composta giovedì 22 novembre 2012
            Vota la poesia: Commenta