Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Renzo Mazzetti

Sanzioni

Scendevi dal treno
uscivi dalla stazione
Firenze salutava romanamente
mostrava il campo di grano
grano e grano dappertutto
tutta l'Italia un grande campo
alle sanzioni la gialla risposta.
Le sanzioni non ci liberarono
non sconfissero la dittatura
ma portarono la guerra
la seconda guerra mondiale
la guerra orribile più orribile
inimmaginabile ma più orribile
orribile più orribile di tutte le altre.
Renzo Mazzetti
Composta venerdì 1 febbraio 2019
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Renzo Mazzetti

    Paradiso mugellano

    L'aurora colora
    Le colline addobba
    Col velo color fucsia
    Invita l'alba
    Festeggia il sole.
    Gli alberi si spogliano
    Le foglie cadute aprono
    Viste di nuovi paesaggi
    Sconosciuti conosciuti
    Scordati ritrovati familiari.
    Il freddo-tiepido inverno
    Rivitalizza il secco alveo
    Dove Ensa scorre bassa
    E quasi tutto par meditare
    Viva pace e musica e sogno.
    Natura s'ammira vive e rivive
    La donna e l'uomo accolgono
    Non disperano curano amano.
    E consola e attrae attenzione
    Guida il richiamo intermittente
    Intimo dal brunastro di merla.
    Da questo bel nido armonici
    Arridono angeli e cherubini.
    Felici voliamo in alti pensieri.
    Avanti su Gattaia con il Sole.
    Renzo Mazzetti
    Composta mercoledì 2 gennaio 2019
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Renzo Mazzetti

      Gli incompatibili al governo

      La politica
      molto tempo fa
      fu definita
      l'arte del possibile.
      Si esaltavano
      dialettica confronto scontro
      interessi beni scelte priorità
      addirittura governi pentapartitici.
      Dopo le scorpacciate
      la politica fu rigettata
      e arrivarono i saputi professori
      governi tecnici dei sanguisuga.
      Infine venne il governo bicolore
      di Movimento Cinque Stelle e Lega
      due compagini diverse incompatibili
      e la politica diventerà l'arte dell'impossibile?
      Renzo Mazzetti
      Composta venerdì 19 ottobre 2018
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Renzo Mazzetti

        Senso unico

        Il senso unico è simile al pensiero unico
        che assomiglia tanto al punto di vista unico
        che è alleato al tornaconto che non contrasta mai
        quelli come te o che la pensano come te.
        Il senso unico è l'indifferenza per tutto quello
        che non ti mette in discussione
        e mai va contro a coloro
        che appartengono alla tua classe
        o al tuo credo politico o religioso.
        Il senso unico appartiene all'ipocrisia
        delle lacrime per un verso
        e all'indifferenza per un altro verso.
        Il senso unico è sempre con il più forte
        ma, se non influisce sul proprio privilegio,
        può stare anche con il più debole,
        purché non intacchi gli interessi di appartenenza,
        di storia e geografia, di filosofia e di economia,
        del saper vivere con intelligenza,
        tanto buon senso relativo all'agio personale.
        L'indifferenza, in questi casi,
        è l'alleata ideale del privilegio nella bassezza dell'ipocrisia.
        Renzo Mazzetti
        Composta martedì 3 luglio 2018
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Renzo Mazzetti

          2091 dopo Spartaco, Anno 2018 (d. C.)

          Sente atavico antico
          Passato presente futuro
          Salmastro faro cherubino
          Stella marina cometa
          Macchina arca galattica
          Palpita galleggia esplora
          Sogna riscopre essenza
          Risorge riprende irradia
          Oppresso i-dea-le santifica
          Rossa saggezza speranza
          Celeste liberazione umana
          Sapere scienza ricerca
          Richiama fata futura.
          Renzo Mazzetti
          Composta sabato 23 dicembre 2017
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Renzo Mazzetti

            Due giugno

            L'atmosfera è diversa stamattina
            il dolce mare bussa alla veranda
            la rondine saetta sulla zanzara
            il sole s'avanza sulle verdi colline
            la luna va dietro alle montagne
            il canto degli animali si diffonde
            la giornata inizia così animata.

            La festa ricorre e racconta
            la storia a tutti ricorda
            il sentimento la gioia risveglia
            il pensiero sente lo stato
            il cuore ama la patria
            viva la Repubblica!
            Viva l'Italia!
            Renzo Mazzetti
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Renzo Mazzetti

              Anno 2017

              Occhieggia dalla collina
              Sole splendente avanza
              riflette sulla piscina
              preludio di felicità sconosciuta
              stazione climatica attiva
              raffreddore allergia melanconia
              malanni vari scomparsi via.
              Passi Villa Cerreto
              trovi i Tre Fiumi
              quale felice sereno
              dai canti animali sorpreso
              così mai ti sei ritrovato
              Rontese nel grande bosco
              aria piena di sentimento.
              Spirito libero rigenera
              rinasce rosso sangue
              indomito immortale
              cimitero santo custode
              resti ricordi speranze
              paradiso terrestre di qua
              un al di là eppur pare.
              Acute grida di bimbi
              argenti vivi vispi scolari
              giungono fin su per Gattaia
              solo verso pensiero cammino
              fil leggero Ensa scende
              ascolti errante spirituale
              limpido musicato dalle acque.
              Renzo Mazzetti
              Composta giovedì 5 gennaio 2017
              Vota la poesia: Commenta