Il gelido sonno ansimante
si arrampica insistente
imboccando una gialla
autostrada californiana.
Visioni sfocate e soffocate
dal friabile risveglio dei sensi,
un eruzione rilassante
di voci rosse e succulente
assaggiate dal nero asfalto
sfuggente.
Qui fuori la realtà è morta
e il presente non conta,
è inesistente,
siamo lontani da tutto e vicini
al niente.
Paolo Gerardi
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di