Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Maurizio Delli Carpini

Operatore teatrale, nato domenica 17 ottobre 1982 a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Notte di luna

Com'è bianca questa notte la luna in cielo! Pare, quasi, di latte tanto è bianca... ed è di gelo, fredda, e soave come la tua rara bellezza che io conosco senza velo... io, preso dalla sublime voluttà, sono pervaso da tanta dolcezza in ogni fibra, in ogni nervo, che sento la ragione annientata dalla tenerezza... e guardo il cielo, fonte insensata di ogni pura brezza, struggendomi in silenzio di languore.
Maurizio Delli Carpini
Vota la poesia: Commenta

    I tuoi occhi

    Nei tuoi occhi la mia anima affonda, i miei frenetici pensieri cercano di carpirne le verità indecifrabili, le mie dita tentano di accarezzare quella rara dolcezza che dà ossigeno al mio cuore, e i miei occhi vivi e pensierosi si addormentano nella notte, puntualmente, facendo da specchio ai tuoi, disperdendoci nell'eterno vortice del tempo; un tempo slegato dallo spazio in cui vedo, imperituri, i tuoi occhi sempre accesi, come secoli di luce... nonostante i miei siano chiusi.
    Maurizio Delli Carpini
    Vota la poesia: Commenta

      Attimi

      Attimi carichi di luce, attimi densi di meraviglia, attimi figli del silenzio, attimi di sapori dolci, attimi di buio negli occhi, attimi rubati e consumati dalla mente, attimi mangiati da ore crudeli, attimi che corrodono il corpo, attimi figli di passioni indecifrabili, attimi di profumi che inebriano il pensiero, attimi di volontà mai pensate, attimi di voluttà mai desiderate, attimi di una vita che vive di... attimi.
      Maurizio Delli Carpini
      Vota la poesia: Commenta

        Amore

        Il mio amore è vecchio e recente: fuoco nascosto di spento vulcano ha sue radici nel tempo lontano. Visse molti anni gemente, grande e prepotente, senza conoscere debolezza camminando sicuro nel sentiero che gli ha segnato la bellezza. Tenero e mite, è simile ad un bambino ma possiede la forza e l'altezza di chi, non Dio, a Dio è assai vicino.
        Maurizio Delli Carpini
        Composta martedì 31 dicembre 2019
        Vota la poesia: Commenta

          Gelosia

          Gelosia: veleno dell'amore che come fuoco mi bruci nelle vene e mi strazi il pensiero. Tu, dominatrice che l'anima mia - simile ad una belva che la preda tiene - stringi e dilani e, spietata, spingi verso la follia. Ma io non riesco a detestarti, non posso vivere senza il tuo tormento poiché dal tuo dolore discende il divino godimento del possesso assoluto: corpo e cuore. Dunque, seppur spasimato e annientato, di soffrirti non mi pento.
          Maurizio Delli Carpini
          Vota la poesia: Commenta

            L'amore

            L'amore cura,
            l'amore allevia,
            l'amore risana,
            l'amore guida,
            l'amore sussurra,
            l'amore accoglie,
            l'amore urla,
            l'amore scopre,
            l'amore riempie,
            l'amore svuota,
            l'amore arricchisce,
            l'amore scalfisce,
            l'amore vince,
            l'amore canta,
            l'amore danza,
            l'amore riscalda,
            l'amore piange,
            l'amore sorride,
            l'amore gioca,
            l'amore consola,
            l'amore aiuta,
            l'amore ferma,
            l'amore vuole,
            l'amore dona,
            l'amore capisce,
            l'amore graffia,
            l'amore suda,
            l'amore acceca,
            l'amore vede,
            l'amore colora,
            l'amore scrive,
            l'amore sazia,
            l'amore ammutolisce,
            l'amore corrompe,
            l'amore corre,
            l'amore cresce,
            l'amore supera,
            l'amore sogna,
            l'amore segna,
            l'amore penetra,
            l'amore infiamma,
            l'amore abbraccia,
            l'amore chiama,
            l'amore vive.
            Maurizio Delli Carpini
            Vota la poesia: Commenta
              Il suo corpo riposa sul mio,
              le sue labbra chiamano le mie,
              la nostra mente sta impazzendo di passione,
              nella notte le stelle ci fanno compagnia,
              illuminano i nostri corpi,
              odono i nostri frenetici sospiri,
              sospiri di due anime inquiete,
              travolte dalla violenza della passione,
              il mio cuore è toccato dai tremendi battiti del suo cuore,
              il mio corpo accoglie il calore del suo corpo,
              nella notte stiamo disperdendo la voce della nostra anima,
              figli di una indimenticabile notte di passione.
              Maurizio Delli Carpini
              Vota la poesia: Commenta