Scritta da: Matteo Zacchini

Montagne russe...

Non posso dimenticare il tuo sapore
che si confonde nell'aria in questo
gelido inverno.
Passare con te la notte è un regalo
che dà alla vita il profumo dell'eternità.
Sembra quasi che il tempo si sia fermato,
basta guardare i tuoi occhi per capire
che i colori si confondono tra il
bianco e il nero.
Ho visto il tuo disegno e rispecchiava
il mio essere nell'essenza più vera
e naturale che l'essere umano ha
da offrire, il suo sguardo.
Non sò come andrà a finire
o forse non finirà mai,
ma sò che voglio viverti
per ricordare almeno
il fondo del bicchiere.
Innamorarsi di te è come trovarsi
sulle montagne russe
e non voler più scendere dal
brivido che si è provato e si
spera di riprovare al giro successivo.
Matteo Zacchini
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di