Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Irene

Anch'io ti amo

Poche parole
ma la tua voce forte e chiara
mi chiama... amore...
timidi sguardi
dai quali a volte
esce una lacrima...
per supplicarmi amore...
non chiedi e non pretendi
se non per un sorriso...
non vendi mai carezze
se non per il mio viso...
umile...
come sorgente che sgorga dal monte...
e, come quel monte
proteggi me
tra le possenti rocce...
i tuoi silenzi
sono il rispetto
all'animo mio inquieto...
a volte i miei
ricercano emozioni...
mi vivi di passione
ormai negata...
ma l'amor tuo
non si scoraggia ai no...
tu sai angelo mio
la verità...
sai che il mio cuore vola
nella fantasia...
ma dal suo grande amor
poi tornerà...
Irene Carlozzi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Irene

    Vita

    ... E un giorno mi trovai improvvisamente
    con gli occhi aperti
    e intorno tanta gente
    un po' sorpresa e quasi spaventata
    mi domandai perché
    io fossi nata.
    Il pianto mio
    e la disperazione
    furono il segno
    di tanta confusione.
    Già allora non capivo
    qual era il posto mio
    ed il disegno strano
    di questo strano Dio.
    Ma si, poi mi son detta
    e mi sentii abbracciata.
    Mi diedero la tetta
    e fui più sollevata
    e già quel dolce latte
    che mi riempì le gote
    mi fece incuriosir di cose ignote.
    Poi volsi il capo
    e col nasino in sù
    vidi un sorriso e
    mamma c'eri tu.
    Così trascorsi
    con il passar degli anni
    la gioventù
    tra rare gioie e affanni.
    Costantemente mi batteva il cuore
    ma non capivo mai
    se fosse amore.
    Sì... quella cosa che non ti fa mangiare
    e poi finisce
    per farti disperare.
    Quel sentimento
    che ti stravolge il cuore,
    che sembra gioia pura,
    è poi dolore.
    Ma ciò che dico
    è solo una visione
    si scioglie come cera,
    è la passione.
    L'amore vero
    per la mia esperienza
    è quello che si crea
    con la pazienza.
    Col dono di se stessi
    senza inganni
    con la fiducia vera
    dei tuoi affanni,
    con le carezze lievi
    agli occhi tuoi
    con baci da lontano
    finché puoi,
    con un sorriso
    anche a chi non vedi
    e senza orgoglio
    se sei tu che cedi.
    L'amore vero
    non ha mai rivali
    non ha ragione
    non ha neppure un fine
    e poi l'amore vero
    non ha confine,
    così conduco il tempo
    di questa vita mia
    affido le ali al vento
    e volo via...
    ad elargir carezze
    con il cuore pieno
    a regalare affetto
    e tanto amore vero.
    Madre, compagni e figli miei
    vi dò ciò che so dare
    di più io non potrei,
    anche perché da amare
    ho pur la sottoscritta.
    Or me ne devo andare,
    così starò un po' zitta.
    Irene Carlozzi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Irene
      E non importa se sarai lontano
      perché nel cuore mio ci rimarrai
      e non importa se non mi darai la mano
      le tue carezze le porterò con me
      e non importa se non avrò i tuoi occhi
      la luce tua mi ha già pervaso
      e non importa
      non importa amore
      e non importa il mio dolore
      perché l'amore è dono è sacrificio
      e vale il tuo sorriso.
      Irene Carlozzi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Irene
        Amor che mi sovrasti...
        porti il cuor mio nel vento
        amor come uragano
        travolgi e mi sconvolgi
        amor di te mi nutro
        eppur non sazi mai
        amor...
        che solitudine rinneghi
        in deserti infiniti mi abbandoni
        amor che in te confido
        riportami nel nido del mio cuore
        ridammi luce e sole
        la speme di ogni oblio
        amor che sei la vita
        lo scopo di ogni Dio
        risparmiami dal gelo di un addio.
        Irene Carlozzi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Irene

          Armonia

          Io ti conforto
          tu mi conforti
          è un'armonia di sentimenti
          un suono magico
          di magiche parole
          di abbracci portati dal vento
          di sguardi posati su un raggio di sole
          talvolta su un raggio di luna
          anche nel silenzio mi parla la tua voce
          che dolcemente mi invita alla ragione
          io ti comprendo
          tu mi comprendi
          è un sentiero che non ha ostacoli
          percorso privo dell'ipocrisia
          ed il giudizio è assente
          strade lontane che s'incontrano nell'anima
          e lì
          si tengono per mano.
          Irene Carlozzi
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Irene

            Caos

            Nel caos della mia stanza
            dove l'affanno mio è evidente
            riesco a trovar pace
            e intorno a me più niente
            e mentre creo le logica
            di un ordine d'ambiente
            fuggo con la mia anima
            e pur con la mia mente
            mi trovo in luoghi ameni
            a passeggiar tra i monti
            con gli occhi su nei cieli
            a rimirar tramonti
            viaggio tra le nuvole
            verso mete fuori mano
            cavalco brezze e venti
            per arrivar lontano
            sorvolo oceani interi
            che sono i miei pensieri
            nel caos della mia stanza
            penso al mio amor lontano
            raccolgo la mia lacrima
            e guardo la mia mano
            vedo il tuo dolce viso
            sorridermi di più
            rialzo gli occhi al cielo
            e corro ancor lassù.
            Irene Carlozzi
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Irene

              Il nuovo sole

              Ma di che sole brucia la tua terra
              giardino che non vuole inaridire mai
              fiori di cento colori giacciono su di te
              alcuni ormai appassiti
              tentano di rubare una goccia di pioggia
              altri rigogliosi e di intensi profumi
              scrutano nuvole di passaggio
              che dirottate dal vento
              si scioglieranno in lacrime di rugiada
              ed il nuovo sole
              qualcosa brucerà
              ma qualcosa farà germogliare.
              Irene Carlozzi
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Irene

                solitudine

                Le braccia ed il volto supino sul cuscino
                gli occhi nel vuoto della notte buia...
                a volte il freddo della solitudine
                mi ghiaccia anche l'anima...
                cosa darei
                per una tua tenera carezza...
                cosa darei
                per il tepore del tuo corpo...
                cosa darei
                perche il respiro
                che sento da sempre
                nel silenzio
                fosse il tuo...
                compagno dell'anima mia...
                a volte vorrei che esistessi...
                nei miei colori...
                nei miei profumi...
                tra le mie dita...
                sulle mie labbra...
                intanto continuerò a sognare...
                di te.
                Irene Carlozzi
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Irene

                  Sogno

                  Correre,
                  nuda,
                  sul fango fresco
                  di un campo senza fine,
                  mentre la pioggia striscia
                  sul mio corpo,
                  un senso di freschezza
                  mi libera dalle angosce,
                  mi circonda di pace,
                  le piccole gocce
                  mi abbracciano,
                  il mio respiro
                  è calmo e sicuro,
                  corro,
                  corro fino a rimanere senza fiato,
                  mi lascio andare
                  sull'erba bagnata,
                  le braccia,
                  spalancate,
                  accolgono l'immenso cielo.
                  Sulle mie labbra
                  schiuse e calde,
                  scorrono
                  mille baci di pioggia,
                  mille carezze di vento.
                  Irene Carlozzi
                  Vota la poesia: Commenta