Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Giuseppe Cassano

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: GIUSEPPE CASSANO

Notte di Sant'Anna

Dove sono i tuoi occhi stanotte
dove
salgo per strade affollate a festa
e vicoli deserti
di gradini muschiati scoscesi sul mare
mentre un canto
diffonde nell'aria
salgo da te

Son passati giorni
e notti nelle notti
quando ti ergevi fiera
nella luce delle stelle
con al collo una collana di perle
indossavi solo quelle
ogni stella una perla
ogni perla una stella
ti guardavo
e i tuoi occhi nel silenzio
prendevano il colore dei miei

È una notte d'estate
tra la gente per strada
vedo la tua casa illuminata dalle stelle
sempre quelle
mi fermo ti guardo
e i tuoi occhi nel silenzio
prendono il colore dei miei
prima ch'io dica
sono qui
son tornato.
Giuseppe Cassano
Composta sabato 27 luglio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: GIUSEPPE CASSANO

    Accennato Lieve

    Non so se stai dormendo
    col tuo solito alito sottile
    accennato lieve
    che sa di te

    Guido e sta piovendo
    neanche un angelo per strada
    tre giorni e
    torno da te

    Ogni tanto sta dolendo
    la medaglia che porto sul cuore
    blu livido
    accennato lieve
    con riflessi verde mare
    definito dai tuoi denti
    al culmine dell'estasi
    mentre stavo con te.
    Giuseppe Cassano
    Composta sabato 15 dicembre 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: GIUSEPPE CASSANO
      Ma poi sono parole
      che si abbracciano come profumi
      o si accendono e si bruciano duellando
      cosa resterà
      delle nostre parole
      dei sospiri, degli sguardi
      chi racconterà del nostro andare lento
      per spiagge deserte
      tutto finirà senza i nostri figli
      non i miei, che ne ho tanti che pure non conosco
      od i tuoi
      ma quelli nostri che non abbiamo
      che potrebbero dire di noi ai loro
      e loro ai loro
      così, avanti nel tempo.

      Le parole si perdono nel vento
      come i profumi
      come gli sguardi
      come passi sulla sabbia di spiagge deserte.
      Giuseppe Cassano
      Composta mercoledì 19 settembre 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: GIUSEPPE CASSANO
        Sono prigionieri dei tuoi occhi i Poeti
        che vivono spiando il rumore dei passi
        quando scendi le scale
        ad ogni battito di ciglia si alzano aquiloni
        e i marinai con le loro promesse
        tendono le funi e volano via
        sei una rosa bianca d'inverno
        che si erge splendida
        sopra la neve sporca di fango.
        Giuseppe Cassano
        Composta mercoledì 21 dicembre 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: GIUSEPPE CASSANO
          Il più bello dei baci
          è quello che non ti ho dato
          di nascosto tra la folla
          mentre mi dici che alla nostra età
          questo non si fa
          o in una strada sperduta
          sotto i rami d'ulivo illuminati dalla luna
          mentre sussurri che nel buio hai paura
          cosa importa
          possono toglierci tutto
          ma l'amore non si ruba.
          Giuseppe Cassano
          Composta lunedì 20 febbraio 2012
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: GIUSEPPE CASSANO
            Neanche un attimo
            di tutto il tempo che puoi
            di tutto il tempo che posso
            passerà senza di te
            senza i colori delle stagioni
            senza il rumore dei nostri passi sull'erba
            mentre guardiamo gli aloni della luna sulle nuvole di notte
            per tutto il tempo che posso
            per tutto il tempo che puoi
            anche per un attimo.
            Giuseppe Cassano
            Composta venerdì 5 agosto 2011
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: GIUSEPPE CASSANO
              Quando mi guardi così
              vorrei baciarti
              quando osservi il cielo
              o chiudi gli occhi
              per sentire il mare
              ed ogni mio sussurro
              vorrei baciarti
              quando fissi attenta le cose
              le più piccole insignificanti
              e ne cogli il respiro
              vorrei baciarti mentre dormi
              quando mi svegli al mattino
              se siamo al semaforo fermi
              e mi dici
              che alla nostra età siamo ridicoli
              vorrei baciarti adesso
              così come sei
              vorrei baciarti l'anima.
              Giuseppe Cassano
              Vota la poesia: Commenta