Le migliori poesie di Francesca Panciroli

Studentessa, "scrittrice" nel tempo libero., nato domenica 3 dicembre 1989 a Reggio Emilia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Prisca Amaro

Trottolindermentacol

Il calzino spaiato con l'ago se ne stava
lì fermo seduto a guardare quel somaro
di suo cugino intento ad essere vaporizzato,
mentre il pane da congelare attendeva il microonde.

Le forchette avrebbero ballato il valzer
coi signori coltelli, ma i cucchiai,
tracotanti, fecero mettere il muso
e intanto vacillando il ragù si sentì pronto.

Mastro cuscino però sforbiciò per il lungo
e nel largo ci lasciò quella beota di sedia a dondolo,
che pervenne nel voler far scoccare i suoi fulgidi braccioli,
i quali avrebbero voluto cantare con La Voce.

Tavolino, abbarbicato a se stesso,
se ne andava a zonzo per la via principale,
ritmicamente batteva i talloni che risuonavano
preoccupati per quello che era tutta la casa.

Il triciclo, fuori luogo, ruotò su se stesso e,
da bravo ballerino quale era sempre stato,
fece l'ingresso teatrale; sfigurati dalla sua audacia
il teatro cambiò rotta.
Francesca Panciroli
Composta domenica 20 aprile 2008
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di