Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Elona Shahini

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Elona

La primavera

A marzo arrivi in armonia,
ci doni fiori e allegria
con il cielo celeste e il sole che brilla
si sentono le canzoni degli uccelli
che rimangono e non vanno via.
L'aria fresca ci coccola di continuo,
respiriamo contenti e contiamo su di te
perché ci arricchisci per questo non vogliamo che tu vada via
primavera di colori, primavera di tranquillità
ti vogliamo così bene perché tu ci gioisci ogni giorno
la nostra vita.
Elona Shahini
Composta domenica 19 marzo 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Elona

    L'amore.

    L'amore dà vita non tiene rancore
    l'amore è fuoco che ti riscalda il cuore
    l'amore è sacro santo che ci dà coraggio
    l'amore è sentimento pieno di emozioni
    l'amore è bello, innamoratevi tutti
    fino a fin di vita amatevi all'infinito
    perché l'amore dona pace, gioia e serenità.
    L'amore è una meraviglia credeteci se amate col cuore,
    l'amore durerà tutta la vita.
    Elona Shahini
    Composta lunedì 13 marzo 2017
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Elona

      L'amore è speciale

      Tu sei il mio arcobaleno che mi fa vedere i colori
      e mi aiuta a pensare sempre in positivo,
      tu sei anche il mio sole, che con i suoi raggi mi riscalda l'anima
      e dà tanto amore al mio cuore.
      Tu sei così speciale che io ti ringrazio in ogni attimo
      è da una vita che credo che l'amore guarisca tutti i mali
      ho accolto te fra le mia braccia e mi sento di rivivere.
      L'amore reciproco mi aiuta tanto a capire
      sei la mia gioia infinita nella vita e la forza per fare bontà
      in ogni occasione predefinita.
      Elona Shahini
      Composta martedì 17 maggio 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Elona

        Il lago di Saranda

        Mi sono impressionata dalla tua bellezza e profondità
        talmente tanto che non riuscivo a dire neanche una parola
        ma solamente osservavo te, volevo perdermi nella tua immensità
        ho cominciato a prendere fiato lentamente e ho ringraziato Dio che
        ti ha creato, eri così profondo, trasparente e colore blu
        che io mi innamorai di te finché continuai a resistere e a tirarmi su.
        Parlo di te lago di saranda, quanto tu sei meraviglioso, immenso
        e quanto tu dai piacere, sogni e felicità in eterno.
        Elona Shahini
        Composta sabato 7 maggio 2016
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Elona

          Le rose

          Sono petali di rose
          non è un sogno
          basta guardarle,
          ascoltarle e non fargli del male
          sono reali, hanno le foglie,
          i petali e le spine
          e non sono come Alice nel Paese delle Meraviglie
          hanno bisogno di vivere
          finché la madre natura
          glielo permette
          hanno bisogno di aria
          finché l'essere umano le comprende.
          Elona Shahini
          Composta domenica 24 aprile 2016
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Elona

            La vostra presenza

            Mi ha sorriso il sole
            e io mi sono stupita
            mi hanno accolta i suoi raggi
            e mi sono vista
            circondata da una meraviglia,
            un affetto caloroso
            e un abbraccio immenso
            mi hanno riempito il cuore freddo
            lasciato da parte per tanto tempo,
            si è spolverato tutto
            non sono rimaste più tracce,
            ho ricevuto la gioia con la presenza del sole,
            piano-piano con i passi
            e sentendo le emozioni,
            il sole e i suoi raggi
            sono diventate le mie amiche del cuore!
            Elona Shahini
            Composta mercoledì 8 luglio 2015
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Elona

              Vivere

              C'è bisogno di vivere
              di vivere intensamente
              di aspettare l'alba del mattino
              e guardare il tramonto
              di essere accarezzata dal vento
              e abbracciata dai raggi del sole
              che di continuo ti riscaldano il cuore
              c'è bisogno di vivere
              di sentire la gioia
              e ballare con il ritmo della musica
              per l'intera giornata
              c'è bisogno di vivere
              di sentire la vita
              ed entrare in sintonia
              e dare retta alla sua voce
              per percorrere la sua via.
              Elona Shahini
              Composta lunedì 18 aprile 2016
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Elona

                L'ammirazione

                Stessi occhi, stesso sguardo
                e alla fine stessa fisionomia
                per questo mi sento orgogliosa e generosa
                non è malinconia ma riconoscenza
                non è depressione ma solo riflessione
                non è arroganza ma semplice ammirazione
                per me te nonno sei stato e sarai sempre
                un grande uomo.
                Elona Shahini
                Composta venerdì 15 aprile 2016
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Elona

                  La sigaretta

                  Ti sei lasciata libera, hai acceso la prima
                  sigaretta mentre le mani ti tremavano
                  hai esitato un momento, perché pensavi
                  meglio lasciar stare però dopo la confusione
                  che il dolore ti ha causato, ti ha spinto di provarla e
                  andare oltre e a fumare veramente, non è stato
                  un bell'impatto, eri te e nelle tue mani la sigaretta
                  la fumavi così per dire, per tirare fuori il fumo
                  ma non respirarla profondamente, ma ti sei
                  fermata solo nel sapore amaro, che ti lasciava
                  il fumo, eri te e fra le dita la sigaretta, è finita
                  così con i ricordi sfumati e l'amaro che sentivi
                  nella tua bocca, senza traspirare oltre.
                  Elona Shahini
                  Composta domenica 18 ottobre 2015
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Elona

                    Nena dhe e bija - Madre e figlia

                    Nata e erret, sterre, frika perreth mbreteron
                    nena vajzen nder vete fillon e shtrengon!
                    Neper rruget e shkreta te shderruara pa
                    deshire, enden ushtaret e huaj si perbindesha
                    te etur, te patretur, te frikshem, te pabindur
                    hyjne ne shtepite e njerezve si dasmore te
                    papritur!
                    Nenes zemra i rrihte fort, vajza e ndjente
                    po me kot, te dyja filluan te mbytura me
                    lot!
                    Nje heshtje vazhdoi por per pak
                    caste, dukej sikur solli paqen, por perbrenda
                    permbane vuajtjen!
                    Shpertheu dera, nena rezistoi, por per pak
                    caste se jeta e saj, per te tani perfundoi,
                    nje plumb ne zemer, nenen e pershkoi!,
                    vajza e tmerruar, e pafajshme, e zemeruar,
                    "o nene ndihme", nje klithme papritur e
                    leshoi, ne duart e tyre, vajza kurre nuk
                    do te perfundoj.

                    La notte è buia, buio pesto, la paura regna attorno
                    la madre inizia a stringere la figlia accanto a sé
                    nelle strade deserte, trasformate e costrette
                    vagano i soldati stranieri come mostri affamati
                    sprecati, paurosi, indisciplinati, entrano nelle case
                    della gente come ospiti di un matrimonio senza invito
                    alla madre il cuore batteva forte, la figlia lo sentiva
                    ma inutilmente, entrambe hanno cominciato a piangere
                    un silenzio ha continuato ma per un istante
                    sembrava che portasse la pace però dentro di sé
                    teneva la sofferenza, hanno spalancato la porta
                    la madre ha resistito ma per un momento
                    perché la sua vita per un po' è finita
                    una pallottola nel cuore l'ha ferita
                    la figlia si è terrorizzata, innocente ed arrabbiata
                    "madre aiutami" un pianto rilascio d'improvviso
                    nelle loro mani la ragazza non voleva finire
                    ad un certo punto riempita di oddio, le ha messo fine alla vita
                    e ha detto "madre aspettami prendimi con te"
                    Elona Shahini
                    Composta domenica 18 ottobre 2015
                    Vota la poesia: Commenta