Poesie di Donatella Fantauzzi

Organizzo la mia vita, nato martedì 15 gennaio 1963 a terni (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Leggi di Murphy, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Donatella

Infinito

Prendimi la mano
voglio andare lontano
solo tu puoi darmi la mano
e portarmi lontano
perché di te mi fido
portami nell'infinito
là dove nulla è scontato
là dove tutto è concesso
prendimi la mano
e portami lontano
voglio crescere senza inganni
con la pace nel cuore
e libera da ogni dolore
voglio credere che sia sincero
che sia un sentimento vero
prendimi la mano
portami lontano
laggiù nell'infinito
dove spero che il sogno non sia svanito.
Donatella Fantauzzi
Composta mercoledì 15 novembre 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Donatella

    Controvento

    Fuori i primi soli che annunciano l'arrivo della primavera
    Dentro il gelido vento che toglie la vita
    Il tempo non cancella,
    siamo noi con la volontà a farlo.
    Ma se questa manca
    resto un Don Chisciotte
    che lotta contro i mulini,
    che inarrestabili segnano il consumarsi dei giorni.
    Dulcinea è riflessa in un altro specchio.
    Donatella Fantauzzi
    Composta mercoledì 15 febbraio 2017
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Donatella
      Scorre l'acqua nel fiume
      a volte lenta
      a volte veloce,
      porta con se quello che trova sul suo cammino
      fino al mare.
      Il suo colore verde di speranza
      ed il suo sapore dolce di innocenza
      si tramutano nel blu dell'ignoto e nel sapido del sale.
      Tutto si trasforma come la nostra esistenza,
      tutto ha una logica come la scienza.
      Quello che rimane intatto
      è l'attimo ripetuto all'infinito della nostra anima.
      Donatella Fantauzzi
      Composta martedì 13 settembre 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Donatella

        L'amore... in una lacrima

        Quant'è amaro quel sapore
        lasciato sulla pelle
        da lacrime d'amore.
        Righe di sale
        che solcano l'anima,
        che bruciano il cuore.
        Scendono copiose
        insieme a singhiozzi di vita
        rigurgitati dal profondo.
        Con la forza della disperazione
        scagli lontano il tuo grido
        di animale ferito,
        ma solo un eco ritorna nell'infinito
        quello di una lacrima
        che per amore hai smarrito.
        Donatella Fantauzzi
        Composta mercoledì 30 novembre 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di