Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Dario Motti

Nato venerdì 1 settembre 1950 a milano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Umorismo.

Scritta da: dax

Felicità

Finalmente saremo felici
cacceremo il male
la vita scorrerà serena

Nei prati fioriranno
gelsomini rigogliosi:
rose adorneranno
chiome bionde, corvine

Amore che fù
amore della giovinezza
amore tornerà
nei ricordi silenziosi,
dove i colori sfumano
lentamente verso il tramonto

Voleremo insieme
con il sole come
due cigni innamorati,
come due anime
fuse nella luce,
come due sogni di felicità.
Dario Motti
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: dax

    Siamo tutti indignati

    Siamo indignati
    per tutte le guerre
    fomentate dai potenti

    Siamo indignati per i bambini
    sterminati dalle malattie dalla fame

    Siamo indignati per le
    assurde spese militari

    Siamo indignati per gli assassini
    che vendono la morte ai nostri figli

    Siamo indignati di chi ruba
    i nostri sudati risparmi

    Siamo indignati di chi umilia
    la nostra fede, di chi brucia
    e disprezza i crocefissi

    Siamo indignati per i veleni
    che inquinano i mari
    i fiumi, i nostri campi

    Siamo indignati del fuoco
    che brucia i boschi

    Siamo indignati per chi
    uccide i nostri animali

    Siqamo indignati per quei politici
    che derubano i cittadini,
    che umiliano chi lavora onestamente

    Siamo indignati per le immomdizie
    che deturpano il nostro ambiente

    Siamo indignati per
    coloro che riducono
    la cultura a mercato

    Sveglia! Cittadini
    è ora d'indignarsi di meno
    e finalmente agire di più

    Per la salvezza del pianeta, dei nostri figli
    per la dignità d'essere uomini.
    Dario Motti
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: dax

      Bambine

      Amore lontano
      distorto dal tempo,
      soffocato

      Ricordo d'un sogno,
      cipressi ondeggianti
      si perdono all'occhio

      Volanti fiori
      vagano nell'etere

      Superbe bambine
      cavalcano unicorni
      fiammeggianti
      portando lontano
      i loro canti

      i cori dimenticati
      dell'innocenza;
      della vergine innocenza

      Dispersi ricordi
      ravvivano la speranza
      del nostro cuore bambino.
      Dario Motti
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: dax

        Piccolo fiore

        Fiore solitario sbocciato
        silenzioso quasi vergognoso
        nell'abbandonato prato

        i tuoi colori svaniti
        nella bruma del crepuscolo
        assomigliano ai vagiti
        d'una creatura dimenticata,
        persa nei ricordi del tempo
        sacrificata alla paura d'una vita disperata

        Fiore dagli uomini stracciato
        il prato ti ricoprirà con il suo manto di muschio
        per scaldare il tuo sonno: bambino da Dio amato.
        Dario Motti
        Composta martedì 31 luglio 2007
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: dax

          San Lorenzo

          Cadono le stelle
          lacrimando il cielo,
          cadono sul nostro amore
          graffiandolo di luminosità

          Amore fisico
          amore veritiero,
          tra le lenzuola umide
          calde di vita di passionalità

          Vdrò il tuo corpo nudo
          palpitante, sincero
          unendoci nell'amore
          il sacramento vero
          che unisce i corpi
          all'universo intero

          Verso quelle stelle c'innalzeremo,
          verso quel Dio vero
          che tutti cercano
          a qualunque età

          Vedrò nei tuoi occhi
          la Sua Luce

          Nelle tue mani
          la Sua Forza

          Nel tuo corpo
          la Sua Vitalità

          Nel tuo sorriso
          il Suo Amore

          Nella tua risata
          la Sua Umanità

          Legati al nostro amore
          cammineremo nella vita

          Poe mano cammineremo
          per mano innamorati
          il tempo non ci spaventerà

          Per mano cammineremo
          per mano innamorati
          verso l'eternità.
          Dario Motti
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: dax

            Anima mia

            Quando finalmente
            ci arrenderemo al Tuo Amore
            dall'orgoglio libereremo la mente

            Sul pianeta risanato
            pianteremo rose e gigli luminosi
            nel nostro orto arato

            Schiere di bambini cresceranno forti
            se dal nostro cuore
            cancelleremo i subiti torti

            Distribuiremo il pane
            sulla mensa del mondo
            tutti avranno il suo; anche il nostro cane

            Ma se vogliamo che ciò s'avveri
            torniamo pregare
            come i nostri nonni pregavano ieri.
            Dario Motti
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: dax

              Afa

              Afa d'agosto sulla città
              piante bruciano nell'aria malata
              piangendo silenziosamente

              Piante: morti tronchi
              corrosi dai veleni
              che entrano nei nostri polmoni
              insudiciano il nostro sangue

              Piante gridano a Dio
              la loro disperazione

              Uomini ballano vanesi sulla crosta del mondo
              noncuranti della catastrofe imminente

              Acqua avvelenata nelle radici
              nel nostro corpo

              Piante rinsecchite
              rodotte a segatura vivente schiantano

              Angeli terrorizzati abbandonano
              il pianeta gridando

              Uomini!... uomini!... uomini!
              Penitenza!... penitenza!... penitenza!
              Dario Motti
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: dax

                Santa Pasqua

                Splende il Sole libero:
                nell'aria frizzante volano
                le rondini, i cuori
                esultano alla speranza

                Nell'aria il profumo
                soave delle rose, essenza
                di vita di felicità

                Ronzano le api
                nei prati ricchi
                di fragranze antiche
                ed eterne

                Rigenerata è la vita
                si purificano le anime
                nella certezza

                Egli è Risorto!
                Si! È veramente Risorto!

                Primizia della primavera.
                Dario Motti
                Vota la poesia: Commenta