Scritta da: Ransie

Tormenti

Alti e bassi
repentini e devastanti
guidano i miei passi negli
svariati istanti.

Proiettili e fiori
si alternano continuamente
gioie e dolori
lottano nella mente.

Chissà dove mi porterà la bufera
sulla terraferma o in mare aperto,
in un colorato giardino o un desolato deserto,
forse si placherà verso sera...

Per poi riprendere subito la corsa,
armandosi di tormenti,
bisbigli e lamenti,
mi richiuderà nella sua morsa
finché il sole, col suo caldo raggio
mi cullerà nel suo tenero abbraccio...
Cristina De Mercurio
Composta domenica 22 novembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di