Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Asianne Merisi
Senza sguardo
senza parola
solo desiderio tra i denti
come un morso di fame profonda.

Tu nei miei gesti veloci,
nel furore e la bramosia.
Tu prepotenza possesso e sesso.

Dove ringhia il cuore
in un posto qualsiasi
tra candide lenzuola di lino,
complici ruffiane della mia voglia di te.

E nessun pugno regge la follia
dove alla fine
ti perdi in un bacio. E ti trovi
nel cuore.
Asianne Merisi
Composta giovedì 3 ottobre 2019
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Asianne Merisi
    Donne?
    Lo so,
    UOMO a te possono sembrarti alieni
    resteresti ore ad osservarle per poter
    percepire tutto ciò che di lei vorresti capire.
    Magari in uno di quei giorni semplici quelli di ordinaria monotonia per scorgere in lei un qualcosa che possa essere comprensibile ai tuoi occhi, eppure no... no non ci riesci.
    Ti soffermi tra le righe delle sue parole per cercare un varco di comprensione ma è tutto inutile.
    Ti chiedi perché, LEI è così complicatamente perfetta per te.
    Per te, che non curi la tua barba ma lei sa renderti affascinante,
    per te che non curi la tua anima eppure lei la vede casa per abitarci.
    Vivi la sua follia, attendi di poter dire qualcosa,
    osservi i suoi lustrini di femminilità che si posano nei tuoi occhi, le ami e le odii, le perdi le cerchi, le respingi eppure loro sono sempre li quasi come una ammirazione perversa, sai che sono come lame e fiore, come terreno arido e ricco,
    un angolo di paradiso tra le loro cosce,
    un dolore alla loro mancanza.
    Donne?
    lo so,
    UOMO ti chiedi perché fanno parte del tuo destino,
    perché non te ne liberi mai, perche ti rendono diverso.
    Sei seduto e bevi, osservi e senti il loro profumo, ti perdi nel loro coraggio, ti cerchi nei loro ricordi e ti stordisci della loro femminilità, sai che sono una maledizione eppure non cerchi altro che quella maledizione.
    Sono la compagna della tua vita, la barba bianca sul tuo volto, e ti rendi conto che per fare l'amore con loro
    ci vuole anima non tempo.
    Scaldano ogni attimo della tua vita l'olio e l'acqua santa,
    il miracolo della tua vita, la carne rosa sulle tue lenzuola nere di seta.
    E ti piace ascoltarle perché sai che nei suoi vissuti, tu, sei il protagonista e non c'è calore più forte che possa farti sentire vivo, perché loro sono più forti di te.
    Senza Donne nessuno dei tuoi racconti si fa entusiasmante nessuna storia potrai mai raccontare,
    e ti chiedi perché, a volte sono così dannatamente belle da amarne tante ma volerne sempre e solo una.
    Come se ti incamminassi in un inferno,
    e fermandoti a ricordare ti trovi in paradiso.
    le Donne?
    si lo so,
    UOMO quando la tua bocca tocca le sue labbra tu sei perso, quando le tue mani toccano le sue cosce il profumo ti invade, e non c'è peccato più forte di questo da voler commettere.
    Il tuo destino si fa Donna... la tua vita si accompagna a LEI... e quando tutto questo ti è chiaro, sai perché
    le Donne sono un angolo di magia da capire, poesia ossessiva
    e se fuori piove nel tuo letto consumi il sole.
    LI, dove nella notte perdi il giorno e tra le sua carne perdi la dignità di Maschio, e ti rendi conto che senza lei non hai un DIO da pregare se il tuo mondo cade.
    Le Donne?
    il tuo destino.
    Asianne Merisi
    Composta venerdì 13 settembre 2019
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Asianne Merisi
      Tutto quello che dobbiamo essere è,
      un incastro perfetto con il proprio essere,
      un ruggito contro maschere taglienti,
      una saggezza tra i capelli grigi e ancora l'odor di caramelle.
      Tutto quello che dobbiamo essere è,
      il farò nella tempesta per chi ci ama,
      una marea che denuda le anime,
      un bagaglio di cuore che trova casa,
      il timoniere della propria vita
      su approdi d'emozione.
      Tutto quello che dobbiamo essere è,
      un suono che non si trasformi in bieco rumore,
      Il tempo che resta a non sanare ferite,
      Abiti stretti da non scucire,
      momenti d'angoscia scaldati dal sole.
      Tutto quello che dobbiamo essere è,
      Coraggio di essere.
      Asianne Merisi
      Composta mercoledì 11 settembre 2019
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Asianne Merisi
        Il coraggio delle Donne è tenebroso e perverso,
        attraversa lame di luce e sconfinati spazi bui,
        ma non si arrende mai.

        Il dolore delle Donne è una fortezza invalicabile,
        appare sempre forte, fiera, decisa.
        Ma sa piangere nel suo tempo silenzioso
        dove tu non puoi entrare.

        La coerenza delle Donne è un inchiostro di nero pece
        su fogli di bianco lino,
        una certezza stampata e indelebile.

        La passione delle Donne è un movimento erotico
        che non sconfina mai nella volgarità,
        onda violenta che che ti annega nel suo mare
        lasciandoti respirare.

        L'essenza di una Donna è incontaminata.
        Un tocco sano, una mano senza spada
        il tempo nello spazio e la memoria nel tempo.

        La mente di una Donna è il sano luogo,
        dove tu possa vivere o la tua stessa prigione
        da dove vuoi evadere.

        Forse le Donne sono ancora tanto altro e anche di più
        ma non chiedergli di scoprirsi completamente,
        lo prenderebbe come infame insulto
        e ne pagheresti le conseguenze.
        Asianne Merisi
        Composta martedì 10 settembre 2019
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Asianne Merisi
          Una vecchia panchina
          chiama un cuore silente,
          Una brezza leggera
          sfiora i capelli.
          E si muove questa ruggine
          spazzando via il passato.

          Lo sguardo perduto,
          il futuro sognato,
          nel porto di vita io,
          attracco dolori e amori.

          Amori che mai ho vissuto,
          nel velo sottile che avvolge
          la passata gioventù.
          Ricordo e metà
          nell'attesa del caldo vento
          che spazzi via inquieto volo al passato.
          Asianne Merisi
          Composta giovedì 22 agosto 2019
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Asianne Merisi
            Selvatica follia,
            Si siede paziente
            sulla nuda pelle e libera la fantasia.
            Non mostrarti cinico dinanzi a me. L'incontenibile brama d'averti,
            m'annienta.

            Chiedi il mio corpo,
            possiedi la mia mente,
            insinuati nel cuore,
            perché atro io... non chiesi.

            Scapole e clavicole,
            mordere e affondare,
            Ospita sul tuo corpo i miei fianchi
            di te... Io, il tatuaggio indelebile
            senza fretta, senza paure.

            Spoglia quel bisogno pudico di morale,
            dai parola alla mia passione,
            Sconfina senza poi tornare.
            Ricordandoti chi ero,
            quando lo chiederai alle stagioni di quest'anima.

            Mi riconoscerai,
            nei profumi di mille e più stagioni,
            dove io, sporca della tua libidine,
            Sazio la fame di questa passione.

            Quello che tu chiamerai sesso,
            avrà tra le mie labbra il gusto dell'amore,
            pregando i nostri umori
            finché nulla sarà esaurito.
            Perché tempo è
            e ci sarà per dare spazio a nuove passioni.
            Asianne Merisi
            Composta mercoledì 14 agosto 2019
            Vota la poesia: Commenta