Scritta da: amedeo guillet

Illusioni

Guardo fuori dalla finestra
rivedo quel mio eterno andare
quella voglia di non accontentarmi
di non scoraggiarmi di fronte al granito delle apparenze.
Non mi vergogno della mia anima gitana
fatta per essere, non per avere.
Il resto lo lascio a te,
troppo presa dalla gioia di vivere
per comprendere il dolore della consapevolezza.
Forse è proprio questo che ci salva e ci condanna
che ci fa ancora andare avanti.
Antonio Seu
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di