Poesie di Antonio Dati

Pensionato, nato (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Antonio Dati
Un attimo... o forse più
non lo saprò mai.
Immerso nei mille pensieri
della mente, un ombra mi è apparsa.
Intorno un silenzio irreale
scie luminose di tanti colori
disegnavano un profilo.
Ecco in tutta la sua bellezza
un corpo immacolato.
Ci siamo sfiorati appena
e poi sei svanita.
Non saprò mai il colore
dei tuoi occhi.
Non saprò mai il profilo
della tua bocca.
Non saprò mai se ti
rivedrò ancora.
Ti porterò per sempre
nel mio cuore.
Terrò chiuso nella mia mente
il ricordo meraviglioso
di un momento!
Antonio Dati
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Antonio Dati
    Una sera d'estate
    un incontro fugace.
    Un volto appena visibile
    un profilo ben disegnato.
    In cielo un manto di stelle
    spille di diamanti.
    Una apparve sul viso
    una lacrima che non voleva.
    Il lento avvicinarsi
    un tocco timido delle dita
    le mani strette
    un bacio sfiorato appena
    le labbra tremolanti
    il viso si illuminò
    dolce e bello.
    Un fremito ci assale
    i corpi sollevati dalla nuda terra
    con ali di uccelli vagammo nell'immenso oblio.
    Un meraviglioso sogno che non diventerà mai realtà.
    Antonio Dati
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Antonio Dati
      Un mattino di primavera
      un velo di rugiada
      un manto argentato
      la nascita di un prato
      un bosco incantato.
      Un raggio di sole accarezza il mio viso
      i capelli appena mossi dalla brezza del mattino
      un dolce silenzio interrotto
      un crescendo cinguettio anima il mattino.
      Lontano un vagito appena percettibile
      annuncia una nuova vita.
      Un emozione un attimo di felicità
      tutto poi svanisce, non, il sogno di aver vissuto
      la gioia del creato.
      Antonio Dati
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Antonio Dati
        L'amicizia
        un gesto di delizie
        il primo incontro
        un timido sorriso
        una insenatura per rifugiarsi
        una spalla per piangere
        un abbraccio per poter gioire
        manifestare il proprio tormento
        dare voce ai pensieri nascosti.
        L'amicizia è anche il nulla che
        ci portiamo dentro
        non si trasformerà in amore
        non si trasformerà in un sentimento
        non sarà mai gelosia
        forse si nasconde un velo di ipocrisia.
        Antonio Dati
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di