Questo sito contribuisce alla audience di

Ed anche oggi...
Il sole finisce sempre
per succedere alla pioggia...
la nebbia lentamente si dissolve
lasciando traccia di rugiada
Il giorno si sussegue alla notte...
Una cattiva notizia è arginata ad una buona...
l'infelicità si perderà tra le crepe della felicità
e la neva lentamente darà vita ad un germoglio fiorito...
con il tempo, perché...
Così è la vita.
Ogni giorno rappresenta
un nuovo motivo di speranza...
per coltivare i nostri sogni spronare la nostra anima...
e per crederci sempre, senza mai arrendersi...
e affrontare quello che ci sembra inaffrontabile...
perché un età non segna un limite
basta riempire la fine di queste giornate
tristi e stancanti
con questa certezza positiva...
domani è un nuovo giorno.
Importante è iniziare a credere...
che se vogliamo possiamo cambiare quello che non ci piace.
Alessandro Barbarani
Vota la poesia: Commenta
    Il volo libero di una foglia,
    i passi confusi di uno sguardo perso...
    e tutto intorno una coperta di... silenzi... brividi... rabbia
    ed io... e i miei pensieri
    ed io e il mio futuro,
    non più spettatori immobili, ma materia in movimento...
    ora senza più scusa, senza più attenuanti...
    ora ci sono io, solo io...
    con le mie scelte e i miei fatti e forse con un po' di paura...
    per un domani...
    da costruire tra una briciola di terra in un campo di nebbia.
    Vota la poesia: Commenta
      Carta pesta che sprigiona sfoglie di abbracci
      e tu credi sia sincerità...
      Docile cera che si cosparge nel sapore di una parola
      e tu credi sia comprensione...
      Occhi che guardano il tuo orizzonte
      e tu pensi sia una carezza...
      Una mano che sagoma una strada
      e tu pensi sia una impronta che ti guida...
      Il calore di un sorriso e il profumo denso di un ombra che ti avvolge
      e tu pensi sia amicizia...
      Ma poi ti accorgi che è solo un illusione!
      Alessandro Barbarani
      Vota la poesia: Commenta
        Potessi tenere la tua fatica,
        la eleverei al cielo,
        legandola a stelle brillanti,
        così che non possa... opprimere la tua stanca testa...

        Potessi sfiorare la tua tristezza,
        ne farei una maschera colma di sorriso,

        Potessi asciugare le tue paure,
        le plasmerei nel letto fatato di un sogno...
        per vederle tramutare in una piccola gioia,

        Potessi assaporare il tuo amore,
        ne cullerei il sapore,
        ne addolcirei il colore...
        ne sgranerei le emozioni...

        e insieme a te
        mi lascerei trasportare in un mondo che non c'è!
        Alessandro Barbarani
        Vota la poesia: Commenta
          Piove... piove... su di me, sulla mia vita. Nebbia e pioggia e spero che il tempo cambi e porti un arcobaleno, ma continua a piovere e aspetto che le nubi solfeggino l'arrivo del sole, che riesca a dipingere un arcobaleno... ma ancora piove e da queste lacrime che il mio cuore piange, la mia mente ricerca possibili verità, lacerate da vecchie maschere... ma piove, ed è solo un gesto d'amore che chiedo, o forse è solo un illusione che cerco.
          Ma più chiedo più piove, smettere o aspettare?
          Smettere o sperare?
          Alessandro Barbarani
          Vota la poesia: Commenta
            Certi giorni... vedo impressa la mia impronta lungo un sentiero che non riconosco,
            osservo un ombra che non mi è famigliare...
            certi giorni vedo scorrere inchiostro nero sul diario della mia vita...
            Certi giorni vedo la cicatrice di una lacrima lungo il mio viso...
            ma stento a capirne il perché...
            Certi giorni ascolto il silenzio ed è come urlare in una stanza vuota,
            certi giorni sento il soffio del vento su di me... ed è come sentire il pulsare di un cuore che accarezza il mio viso...
            e allora... in quel istante... chiudo gli occhi,
            e ascolto la melodia del amore e della speranza
            un suono indelebile... infinito... inarrestabile... incantevole...
            e tra quelle note...
            trovo anche te!
            Alessandro Barbarani
            Vota la poesia: Commenta
              Vecchi ricordi lentamente
              Travolgono la mente,
              e piano riportano al dolce passato, di un tempo vissuto...
              a quei momenti in
              cui la vita era quasi semplice, e girovagavo alla tua ricerca...
              e che il problema più grande era
              solo una sciocchezza...
              riportano indietro, passi infiniti fino a giungere
              al tuo sorriso...
              riportano a quella felicità perduta
              dove uno sguardo illuminava e una voce incantava

              Riportano alla mente anche il
              Sapore delle tue carezze, il calore di un tuo abbraccio di cui il mio
              Cuore sente fortemente l'assenza...
              Riportano ai momenti belli
              che eran tali perché...
              c'eri tu che riuscivi a riempirla, ad addolcirla ad assecondarla a coccolarla
              e a renderla speciale come sapevi far solo tu...
              con il tuo sorriso con i tuoi modi con i tuoi silenzi con i tuoi gesti
              Perdonami se spesso non mi soffermo a pensare e agisco d impulso... Perdonami se osservarti da lontano non mi basta...
              perdonami se ho bisogno di una carezza...
              perdonami se i miei pensieri si sbriciolano facendomi cadere in un abisso...
              Perdonami se sono così...
              Alessandro Barbarani
              Vota la poesia: Commenta
                Questa sera... nella penombra di questa luna,
                tra le righe di questa pioggia...
                questa sera ho sentito
                nell'aria
                un incanto...
                il brusio alla vita
                i colori del emozione
                e quasi un sogno sfuggito
                al mio tocco di mano
                per volare lontano,
                lontano da qui...

                Palpitante,
                e non so se...
                come sangue o
                come una nuvola,
                giunge in punta di piedi,
                l'oscurità,
                e come una fioca luna distende
                e stende...
                una linea leggera
                e s'accende la sera
                dei colori di Te.

                Tu sei come un onda
                figlia del mare profondo,
                figlia del mio sottofondo...
                silenziosa, ti trascini nel mio cuore o nella notte,
                stasera,
                e la luna s infiamma
                e colora
                riflessi di tenerezza su te...
                e colora
                riflessi d amore su me.
                Alessandro Barbarani
                Vota la poesia: Commenta
                  Questa leggerezza dell'Essere,
                  che vive tra le pieghe del mio destino...
                  sospende il mio corpo
                  tra i risvolti di una stella,
                  poggiandolo
                  a invisibili travi...
                  mi cullo nell'armonioso
                  sussurro del vento...
                  che bacia il mio corpo
                  ritmando il cuore, nel suo incanto

                  Mi osservo...
                  e divengo battito
                  d'ala...
                  mi osservo e divengo battito
                  di ciglia
                  mi osservo...
                  e divengo battito
                  di cuore...
                  che pulsa,
                  che imprigiona nel pugno
                  i miei sogni...
                  Alessandro Barbarani
                  Vota la poesia: Commenta