Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Daniele Tartaglione

Nato giovedì 26 novembre 1992 a San Severo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Daniele
Se c'è una cosa che ho imparato è che non importa quanto tu possa essere buono, qualcuno cercherà sempre di fotterti, è nella natura umana fregare il prossimo. Non c'è una sorta di ricompensa, di "premo" per chi è buono, te lo puoi scordare! Perché chi sta per fotterti non sta a pensare se sei quel tipo di persona che aiuta una vecchia ad attraversare la strada, scherzi? Chi sta per fregarti è lo stesso che si fermerà con la sua macchina per permetterti attraversare quel tratto strada, non so se capisci di che parlo.
Daniele Tartaglione
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Daniele
    Vivere sul nostro pianeta è un po' come giocare a scacchi. Ci sono milioni di possibilità che un asteroide ci colpisca facendoci estinguere, altrettante che non lo faccia, è una questione probabilistica guidata dal caso. Bisognerebbe vivere la vita come se una meteora stesse per colpire la terra, perché? Perché non si sa mai... Ci sono troppe combinazioni e chi se non il caro vecchio universo è più imprevedibile? Sarebbe da sciocchi credere che un giorno non faccia scacco.
    Daniele Tartaglione
    Composto sabato 7 gennaio 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Daniele
      Che bel film è l'universo? Tutto così caoticamente messo perfettamente al suo posto. Che capolavoro di sceneggiatura è la vita? Tutto così lasciato a l'interpretazione di ognuno di noi. E quanti attori. Un grande cinema stracolmo di chi si domanda "cosa accadrà?" Ma non c'è sorpresa, delusione, soddisfazione, se non accompagnata da tanta suspence! Mentre ci si avvicina al finale di ogni cosa, esattamente come in un film.
      Daniele Tartaglione
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Daniele
        Certe persone sono indispensabili come un caffè al mattino, mentre altre invece sono esattamente come il fondo del caffè di una moka: un volta usate non servono a nulla, se non a ricordarti quante similitudini ci siano tra noi e tutto ciò che circonda. Chissà per quante persone siamo stati la posa di un caffè.
        Daniele Tartaglione
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Daniele
          Solo vivendo minuto per minuto ti accorgi di quanto sia importante un'ora, tutto passa in qualche modo, o diventa qualcos'altro. Mentre certi ricordi sono apparentemente eterni, si prendono beffa del tempo, restando li fermi come le lancette di un orologio rotto, dentro di te.
          Daniele Tartaglione
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Daniele
            La miglior lezione che qualcuno ti possa insegnare è ponendoti una domanda.
            Chiedendoti perché le stelle sono così lontane potrebbe farti pensare a quanto siamo distanti l'uno da gli altri. Guardando una spiaggia potremmo chiederci da quanti granelli di sabbia essa sia composta e sentirci davvero piccoli.
            Una semplice domanda è così potente da farci cambiare il modo di guardare le cose!
            Ora chiediti se ne vale la pena.
            Daniele Tartaglione
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Daniele
              Quando veniamo al mondo ci è tutto estraneo, già dal primo giorno in una di quelle stanze bianche come il latte, inondata da sconosciuti, ma che però sanno bene il tuo nome! Viviamo costantemente tra milioni di sguardi anonimi, esattamente come nel primo istante in cui abbiam messo piede o mano su questa terra, chissà! Occhi dietro i quali c'è una storia, che forse, o per meglio dire non leggeremo mai.
              Daniele Tartaglione
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Daniele
                E poi incontri quelle persone che hanno come casa una cartella, un cappello di paglia sgualcito in testa a fargli da tetto. Avventurieri che girano il mondo senza il benché minimo timore di cosa avverrà. Ed inizi a pensare che il mondo è un posto piccolo solo per persone "piccole", conoscendo una di queste persone io mi sono sentito tale, vuoto come le tasche di costui, ma che aveva molto di più di me, stava vivendo!
                Daniele Tartaglione
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Daniele
                  Staccava le erbacce, le prendeva per Il loro stelo curvato dai venti, come il tempo fa con un vecchio. Mentre staccava quelle erbacce selvatiche, nate dove non dovevano, sopra l'asfalto. Non potette non pensare a quanto innaturale fosse portarle via di lì. Dopo che un fiore è riuscito a forare il cemento, una mano con facilità le strappa via di lì... Chissà quale mano toglierà dal mondo noi, erbacce cattive.
                  Daniele Tartaglione
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Daniele
                    Quasi sempre ricomincia a piovere circa in quell'istante in cui chiudi l'ombrello. Quindi vivi stando in allerta, che poi si fa per dire "vivi", perché vivere non è stare lì a fissare l'imprevedibile perdendoti tutto il resto. Un raffreddore passa, i capelli un po' bagnati e scompigliati anche.
                    Daniele Tartaglione
                    Composto martedì 17 maggio 2016
                    Vota il post: Commenta