Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Carmime Di Salvo
Chissà quale sarà il mio destino? Ho tanti sogni, tante speranze, tutti mi dicono che ho troppe illusioni. Io voglio sognare un modo migliore, dove si è in pace con tutti. Forse farò il medico, forse no, ancora non sto bene per poterlo decidere. Quello che è sicuro è che voglio degli amici e già ne ho due escluse le persone che incontro alla reggia di Caserta. Un'altra cosa di cui sono sicuro e che voglio dei figli, non vedo l'ora di sopportare i loro dolci capricci. Voglio finalmente vivere e possibilmente un giorno essere indipendente. Sogno di farmi bagnare dal sole in agosto, sogno la neve a Caserta. Vorrei che qualcuno dii miei sogni si avveri finalmente. Grazie a tutti gli amici che mi saranno vicini.
Carmine Di Salvo
Composto lunedì 29 gennaio 2018
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Carmime Di Salvo
    Chissà se ho vinto. Mi sento meglio, il mondo è meno ostile voglio progettare il futuro: lavorare, avere degli amici e già ne ho, avere una donna, dei figli. La lotta è stata dura ed è dura, quanta strada da fare ancora. Quanti pericoli, c'e chi mi ha definito un lottatore, chi un pugile, chi forse uno scricciolo. Io continuo a lottare per un bene che si chiama uguaglianza, fraternità, legalità.
    Carmine Di Salvo
    Composto lunedì 22 gennaio 2018
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Carmime Di Salvo
      Cos'è la gioia se non tornare tra i propri affetti. Riabbracciare i propri nipotini, la propria madre al di fiori di questa prigione. Cos'è la gioia se non poter passeggiare libero, essere felici di lavorare e abbracciare la propria donna amata. Cos'è la gioia se non avere un pensiero libero da ossessioni, fobie, paranoie. Correre, ridere, fare sport, passeggiare alla reggia di Caserta con la persona amata ripercorrendo con lei gli stessi passi. Andare al mare, farsi bagnare dal sole. Cos'è la gioia se non una fotografia che da tanti ricordi. Un bacio, una carezza, una frase sussurrata nell'orecchio, mordere un labbro, un orecchio. Cos'è la gioia se non volersi bene, amare, essere amati, essere in pace con se stessi e con tutti.
      Carmine Di Salvo
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Carmime Di Salvo
        La vergogna. Cos'è la vergogna se non poter aver una vita normale. Se non avere il terrore che gli altri sappiamo che nascondi. Cos'è la solitudine se non nascondersi. Non avere amici, non avere una donna con cui confidarsi e amare. Cos'è la vergogna se non tanta rabbia nascosta, se non essere soli, non potersi confidare con nessuno. Oggi interpreto che tramite internet di sappia tutta la verità su di me. Oggi non mi devo più nascondere, oggi sono libero, libero anche di amare, libero di sbagliare. Libero di vivere finalmente. Grazie Enzo, Tommaso, Luciano, grazie direttore.
        Carmine Di Salvo
        Composto mercoledì 10 gennaio 2018
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Carmime Di Salvo
          Porca miseria Signor tenente. Sono stato fermato 3 volte: 2 volte dai carabinieri e 1 dalla polizia. Voi facevate il vostro lavoro, io il mio lavoro di uomo che provava a corteggiare una donna incantevole, elegante e raffinata. Io non credo di essere stato denunciato per stalking. Quello che ho fatto è stato solo sussurrare parole d'amore, cantare la vita, fare quello che mi diceva il cuore. Il mio rimarrà delirio fino a quando Antonella non mi affronterà guardandomi negli occhi. Solo allora saprò la verità. Non posso credere che tutto quello che c'è stato tra di noi sia sfumato così. Voglio essere libero di amarla, di abbracciarla, di toccarla, di baciarla, magari anche di delirare del suo amore per me
          Il suo sorriso, i suoi sguardi, le sue foto, le sue gambe, il suo sedere rimarranno per sempre nella mia mente. Sei irresistibile, a volte smarrita. Aspettare Gogot può significare aspettarti tutta la vita. Tutto mi parla di te: la radio, la TV, le persone, il mondo. Ormai siamo adulti, fai qualcosa di eclatante per dimostrarlo il tuo amore. Non posso aspettarti per sempre. Posso dire solo che ti amo alla follia.
          Carmine Di Salvo
          Composto lunedì 8 gennaio 2018
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Carmime Di Salvo
            Ciao papà quante cose vorrei dirti ed è ormai troppo tardi. La mia vita è un po' la tua.
            Le ossessioni le fobie, la violenza, la scialortea forse l futuro parkinson farmacologico, la dolce paura Delle donne, la paura di lavorare. Gli incidenti e le malattie e se ciò nn bastasse gli aguzzini e le tasse, qualità rare in un misero mondo dove si vince bleffando altrimenti no. Mi manchi papà. Sapere che sei in una bara mi spaventa. Oggi ci proteggi dal cielo, sei un angelo. Hai fatto innamorare di me Antonella, adesso ti chiedo di farci incontrare per una cioccolata. E magari chissà un giorno per il nostro matrimonio. Avrei voluto darti il bacio della buona notte, solo quando era troppo tardi ho capito di amarti. Ricordo la passione che mi hai dato per lo sport, ricordo la notte del 1/1/2009 in cui non ho fatto niente per aiutarti, ricordo i colleghi del 118 che mi hanno chiesto di portarti per le scale in un lenzuolo come Gesù. Ricordo le gare in bicicletta e quando tornavi col ghiaccio tra i capelli. Ricordo quanto mi arrabbiavo quando ti facevo da autista. Ricordo quando ridevo di te, oggi ho i tuoi stessi problemi. Ricordo quando sulla tua bara parlavo male di mamma. Non basterebbe una vita a raccontare quanto ti ho mancato di rispetto. Ora che riposi nella luce di Dio ti prendi cura di noi. Ciao papà.
            Carmine Di Salvo
            Composto sabato 30 dicembre 2017
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Carmime Di Salvo
              La morte è forse il nulla, è forse essere in prigione, è forse essere inchiodato a un letto. È forse vedere la luce, nessuno è arrivato mai così oltre da poter tornare a dircelo. La morte è forse la felicità, forse è solitudine estrema. Forse è fare i conti con Dio e ne sono curioso. Forse nudità, forse è qualche cosa di sublime, di etereo. Forse è la fine di tutto, forse è l'inizio di qualcosa di nuovo. Forse è gioia eterna, forse è tristezza estrema. Forse è la fine del pianto, forse è la pace, forse è ballare senza sosta. Forse è sorridere e vedere il proprio sorriso restituito, forse è amarsi, forse è un mondo migliore. Forse è incontrare le persone amate. Quando toccherà a me, papà vienimi a prendere. Ho paura, molta paura, ma sono curioso del giudizio universale.
              Carmine Di Salvo
              Composto domenica 7 gennaio 2018
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Carmime Di Salvo
                Sogno i tuoi primi vagiti in sala operatoria. Sogno la dolce paura di tenerti in braccio. Sogno di vedere allattarti. Sogno le prime cadute per terra. Sogno i passeggini degli amori in corso. Sogno di vestirti, di cambiarti il pannolino. Sogno di sbagliare il meno possibile e di non darti punizioni troppo severe. Sogno di essere tuo padre, tuo amico, tuo confidente, custode dei tuoi segreti. Sogno che tu sia un'adulta consapevole. Sogno che tu sia migliore di me, sogno di imparare da te. Sogno di essere amato da te. Sogno di insegnarti ad andare in bicicletta. Sogno di amarti. Sogno che tu sia regale. Sogno semplicemente di essere tuo padre.
                Carmine Di Salvo
                Vota il post: Commenta