Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi dal Libro:Nessuna come te

Questo autore lo trovi anche in Poesie e in Racconti.
Autore:
Ludovico Criacci
Editore:
Antonio Dellisanti

Scritta da: Ludo Criacci
Viviamo in tempi scollacciati rispetto a quelli più morigerati di
una volta. La bellezza è diventata il grimaldello per forzare e
rubare l'attenzione degli altri, attirandola su se stessi. E noi tutti lì
a fare il palo, colpevolmente complici di questo degrado. Basti
guardare alcuni programmi televisivi, artificiosamente creati per
ottenere lo scopo e veicolarne il messaggio.
Mentre loro, i protagonisti dello scempio, si dividono a suon di
soldini il prodotto delle loro imprese, noi invece moltiplichiamo il
prodotto della nostra stupidità. Se sei asino ma bello, puoi avere
fortuna. Se hai belle tette e chiappe, hai già prenotato un ascensore per il paradiso. Se hai palle sotto, tali da far sentire il peso della loro maestà, nessuno oserà dire che sei
un "sottotenente", ti promuoveranno colonnello con incarichi speciali. E quand'anche tu fossi scemo, leggero, inaffidabile, falso ma bello, non devi assolutamente disperare; potrai sempre ottenere uno scranno in Parlamento.
Purché a parlare siano gli altri... quelli brutti, ma con cultura.
Composta sabato 12 ottobre 2013
dal libro "Nessuna come te" di Ludovico Criacci
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Ludo Criacci
    Alcuni invocano la certezza del diritto, io invoco la certezza dell'amore. Nel primo caso la mancanza di certezza del diritto dà luogo alla non certezza della pena; nel secondo caso la mancanza di certezza dell'amore dà luogo alla certezza di una pena maggiore. Quella di vivere senza di te.
    Composta mercoledì 23 gennaio 2013
    dal libro "Nessuna come te" di Ludovico Criacci
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Ludo Criacci
      Piccola riflessione. Accade sempre più spesso che il social network delle amicizie virtuali (facebook in primis ), sia sempre più zeppo di foto rimaneggiate o ritoccate. Un esercito di nuovi belli si fa immortalare nelle pose più stravaganti per attirare l'attenzione degli utenti della rete. La cosa che mi sorprende di più è che sembrano non esserci più brutti/e in circolazione. Noti pettorali sodissimi, addominali scolpiti, seni turgidi e prorompenti, curve sinuose che ti fanno sbandare e uscire fuori strada. Ed è così che molti concedono la propria amicizia, ignorando talvolta che sotto tali mentite spoglie si celano uomini orrendi e donne che, di velina, hanno solo la carta. Qualcuno addirittura incontrandole stenta a riconoscerle, domandando: "Ma sei proprio tu?" Risposta: "certo che sono io." Tutto ciò accompagnato da un incauto sorriso a due denti, gli unici due incisivi presenti in bocca. Difficile che possa nascere una nuova amicizia, più verosimile che parta un vaffanculo. Direttamente dal cuore, per nulla virtuale.
      Composta martedì 11 dicembre 2012
      dal libro "Nessuna come te" di Ludovico Criacci
      Vota la frase: Commenta