Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi di Hannah Arendt

Filosofa, storica e scrittrice tedesca naturalizzata statunitense, nato domenica 14 ottobre 1906 a Hannover (Germania), morto giovedì 4 dicembre 1975 a New York (USA - Stati Uniti d'America)

Scritta da: Rubyna
L'espulsione e il genocidio, sebbene siano entrambi delitti internazionali, devono rimanere distinti; la prima è un crimine contro le altre nazioni, mentre il secondo è un attentato alla diversità umana in quanto tale, cioè a una caratteristica della condizione umana senza la quale la stessa parola umanità si svuoterebbe di ogni significato.
Hannah Arendt
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Luisa Marcangeli
    L'alto concetto del progresso umano è stato privato del suo senso storico e degradato a mero fatto naturale, sicché il figlio è sempre migliore e più saggio del padre e il nipote più libero di pregiudizi del nonno. Alla luce di simili sviluppi, dimenticare è diventato un dovere sacro, la mancanza di esperienza un privilegio e l'ignoranza una garanzia di successo.
    Hannah Arendt
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Edoardo Grimoldi
      Una mezza dozzina di psichiatri lo aveva dichiarato "normale", e uno di questi, si dice, aveva esclamato addirittura: "Più normale di quello che sono io dopo che l'ho visitato", mentre un altro aveva trovato che tutta la sua psicologia, tutto il suo atteggiamento verso la moglie e i figli, verso la madre, il padre, i fratelli, le sorelle e gli amici era "non solo normale, ma ideale".
      Vota la frase: Commenta