Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi di Francesco De Gregori

Cantautore e musicista, nato mercoledì 4 aprile 1951 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Frasi per ogni occasione e in Testi di canzoni.

Chissà dove sei, perduta nella notte
col tuo trucco infame e la tua giacca da bandito
io ti ho aspettato, all'ombra dei tuoi per come
con il mio viso angelico, percosso dai fatti.
Chissà dove sei, perduta nei segni
con la tua sigaretta come una matita
e le tue speranze di vittoria.
Io ti ho accettato, come una bella calligrafia
un biglietto da visita e due occhi diversi.
Può accadere di tutto, puoi anche conquistare
vari uomini bruni e misurarne l'aspetto
ma il mio indirizzo è, via del sopracciglio destro
con rispetto parlando, e altre parti... altre parti di me.
Francesco De Gregori
Composta venerdì 25 febbraio 2011
Vota la frase: Commenta
    È troppo tempo amore, che noi giochiamo a scacchi
    mi dicono che stai vincendo e ridono da matti
    ma io non lo sapevo, che era una partita
    posso dartela vinta e tenermi la mia vita
    però se un giorno tornerai da queste parti
    riportami i miei occhi e il tuo fucile...

    ... e non c'è niente da capire.
    Francesco De Gregori
    Composta lunedì 21 febbraio 2011
    Vota la frase: Commenta
      Per chi beve di notte e di notte muore e di notte legge
      e cade sul suo ultimo metro. Per chi vive all'incrocio dei venti
      ed è bruciato vivo per le persone facili che non hanno dubbi mai.
      Per la nostra corona di stelle e di spine, per la nostra paura
      del buio e della fantasia. Il violino dei poveri è una barca sfondata.
      Un ragazzino al secondo piano che canta stona e ride ...e spera che un giorno vada lontano.
      Fa che gli sia dolce anche la pioggia nelle scarpe.
      Francesco De Gregori
      Vota la frase: Commenta
        Vorrei dirtelo in un orecchio cosa pui farci con quel sorriso
        con quel sorriso da passaporto, sempre incollato sul viso
        Io sono nato ieri, lo sai benissimo meglio di me
        i segreti per restare a galla, tu li conosci meglio di me
        ed è per questo che non mi piaci, e grazie al cielo
        io non piaccio a te. Credi davvero che ti potrà aiutare
        se una volta dovessi scegliere da che parte stare
        se una volta dovessi smettere di bleffare.
        E la radio ci fa ballare, ci manda musica da mangiare
        la sera scende come un emergenza sulla città
        la notte promette bene piena di ossido e di sirene
        è già pronto il domani... lo stanno consegnando già.
        Francesco De Gregori
        Composta mercoledì 26 gennaio 2011
        Vota la frase: Commenta
          Lo vedi tu com'è, bisogna fare e disfare
          continuamente e malamente e con amore
          battere e levare, Stasera guardo questa strada
          e non lo so, dove mi tocca andare
          lo vedi siamo come cani, davanti al mare.
          Lo vedi tu com'è, è prendere e lasciare
          inutilmente e crudelmente e per amore
          battere e levare. Ma non lo vedi come passa il tempo
          come ci fa cambiare, e noi che siamo come cani
          senza padroni.
          Francesco De Gregori
          Composta mercoledì 8 dicembre 2010
          Vota la frase: Commenta