Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Claudia
Dio mio, ti ringrazio di tutto, di tutto, per la tua colera e per la tua bontà!... e per il tuo sole che adesso torna a splendere per noi dopo la tempesta! Per questo momento ti ringrazio! Che importa se siamo umiliati, offesi, siamo pure tutti insieme ancora, che importa se trionfano gli orgogliosi, gli alteri che ci hanno offeso e umiliato! Gettino pure le loro pietre contro di noi!
Fëdor Michajlovic Dostoevskij
Vota la frase: Commenta
    Se volete farvi un giudizio su una persona e conoscere tutta la sua anima, non fate attenzione a come tace, o a come parla, o a come piange, o persino a come si commuove per le idee più nobili, ma guardatela piuttosto quando ride. Se una persona ride bene, significa che è una brava persona. Cercate di cogliere, inoltre, tutte le sfumature: bisogna, ad esempio, che il riso di una persona non vi sembri in nessun caso stupido, per quanto essa sia allegra e semplice. Non appena noterete la più piccola traccia di stupidità nel suo riso, significa, senz'ombra di dubbio, che quella persona è di intelletto limitato, anche se non ha fatto altro che sciorinare idee. Se poi anche il suo riso non è stupido, ma la persona stessa, mettendosi a ridere, improvvisamente vi è parsa per qualche ragione ridicola, sia pure un pochino, sappiate che quella persona manca, per lo meno in parte, di dignità propria. Oppure, infine, se questo riso, benché comunicativo, tuttavia per qualche ragione vi appare alquanto volgare, sappiate che anche la natura di quella persona è alquanto volgare e che tutto ciò che di nobile e di elevato avete notato in lui in precedenza o è qualcosa di intenzionalmente finto, o è qualcosa di inconsciamente imitato, e che quella persona, infallibilmente, in seguito muterà in peggio, si occuperà di "cose utili" e rigetterà senza rimpianto le idee nobili, come errori e infatuazioni di gioventù.
    Fëdor Michajlovic Dostoevskij
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: marcprest
      Si corre, si strepita, si picchia, ci si affretta per la felicità, dicono, dell'umanità!
      "Nell'umanità tutto è strepito e industria, manca la pace spirituale" si lamenta un pensatore che vive in ritiro.
      "Sia pure, ma il clangore dei carri che portano il pane all'umanità che muore di fame è meglio della pace spirituale" gli risponde vittorioso un altro pensatore, gran viaggiatore allontanandosi da lui con aria di superiorità. Io, abominevole Lebedev, non credo ai carri che portano il pane all'umanità! Perché i carri che portano il pane a tutta l'umanità, se non sono guidati da una forza morale possono impietosamente escludere dal godimento del loro carico gran parte dell'umanità, come è già accaduto.
      Fëdor Michajlovic Dostoevskij
      Composta lunedì 4 gennaio 2016
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Simona Iapichino
        Ecco com'è fatta tutta questa gente! – si mise a rider forte Svidrigajlov, – anche se nell'intimo credesse al miracolo, non lo confesserebbe! Ma se dite voi stesso che "forse" è soltanto un caso! E come qui tutti siano vigliacchetti per ciò che riguarda la propria opinione, non ve lo potete immaginare, Rodiòn Romanyč! Non parlo di voi. Voi avete un'opinione propria ed essa non vi ha fatto paura. Con questo appunto avete attirato la mia curiosità.
        Fëdor Michajlovic Dostoevskij
        Vota la frase: Commenta