Questo sito contribuisce alla audience di

Fa il suo dovere il nostro ministro degli esteri a chiedere chiarimenti sul come e perché della morte violenta di un nostro connazionale all'estero. Auguriamoci che abbia più successo di quanto non ne hanno tutti quei cittadini che chiedono notizie sul come e perché continuano a morire di morte violenta in patria tanti cittadini italiani. E speriamo anche che il governo straniero che dovrà dare spiegazioni non prenda esempio da quello italiano e spieghi che il morto è una vittima della crisi.
Alexandre Cuissardes
Composta mercoledì 10 febbraio 2016
Vota la frase: Commenta
    Vorrei che le sentenze non venissero più emesse in nome del popolo italiano, perché molti cittadini sono in disaccordo totale con gli esiti delle sentenze di molti giudici. E non dovrebbero neppure essere emesse in nome della legge, perché sono ormai soggette ad interpretazione o applicazione, ideologia, umore del giorno o capacità degli avvocati. Potrebbero essere emesse "in nome dei magistrati" o "dei legislatori", sempre ammesso che tutti i magistrati siano disponibili a sentirsi corresponsabili delle scelte di loro colleghi e certi del buonsenso dei politici e dell'onestà di certi avvocati.
    Alexandre Cuissardes
    Composta venerdì 5 febbraio 2016
    Vota la frase: Commenta
      Destra e sinistra continuano a tenere in vita un nemico già morto da tempo, solo per poter giustificare ancora la loro esistenza ed i lauti stipendi dei loro rappresentanti. Molti di loro non sarebbero capaci di fare nessun altro lavoro (o forse nessun lavoro). Peccato però che questo inutile e molto personale mestiere lo facciano sulla pelle di tutti.
      Alexandre Cuissardes
      Composta martedì 2 febbraio 2016
      Vota la frase: Commenta
        Forse i cartelli da apporre alla porta dei ristoranti che non vogliono i bambini, dovrebbero aggiungere al classico: "Vietato l'ingresso ai bambini" la precisazione "con genitori maleducati". E per fare un lavoro completo potrebbero anche vietare l'ingresso agli adulti maleducati. Chissà quanti coperti perderebbero i locali ogni mese.
        Alexandre Cuissardes
        Composta martedì 2 febbraio 2016
        Vota la frase: Commenta