Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie


Scritta da: GENNY CAIAZZO

Stupidi

Che stupido farsi la guerra e cadere,
tra di noi che ci continuiamo a piacere,
queste ferite sono senza dolore,
ad ucciderci è stato il nostro amore,
il male è freddo e lurido
ci colpiamo ed è troppo stupido,
troppi silenzi sprecati,
troppi anni passati,
ancora combattiamo,
sempre più stupidi noi che ci amiamo.
Composta domenica 4 settembre 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giuliana Z.

    Emozioni

    Mi piace l'idea di chiamar per nome
    quelle vecchie emozioni
    che sostano nella nostra mente,
    son fotografie
    che il tempo sfuma
    di un'età che non è più presente.
    Mi piace pensarle senza rimpianto
    sono la voce di un passato
    impresso nella memoria,
    con i colori sbiaditi
    lontane dal presente
    ma vicine alla nostra storia.
    Mi piace sfogliarle nei ricordi
    dissetarmi di loro
    senza più tormento,
    son fotogrammi
    imperfetti del vissuto
    frammenti di un sentimento.
    Composta sabato 5 dicembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Beatrice Parrinello
      Non ho memoria dei giorni
      che passai
      teneramente all'ascolto
      di certe strane lodi di malinconia
      che la terra dedicava al sole morente.
      Allora ero una vergine spina
      che rammendava le sue ferite
      con il sale dell'acerbo frutto
      che mi cresceva tutto nel ventre.
      Oggi non so ancora dar nome
      a ciò che nacque da quei lamentosi parti.
      Ma quegli intangibili approdi,
      vigorose soste del mio animo straripante,
      risolvono i miei quesiti
      nella terribile coscienza
      di non essere nient'altro che poeta.
      Composta lunedì 5 dicembre 2016
      Vota la poesia: Commenta