Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie


Mango

Caro compaesano,
oggi gli occhi "sanno un po' di mare",
s'inumidiscono di acqua e sale,
mentre le immagini d'un tiepido tramonto scorrono in video,
donando al mondo..., note di poesia.
Ammiri il mare, gli ulivi, i chiari paesaggi
proiettati nell'azzurro cielo e nel riflesso d'acqua,
di quel Tirreno che annebbia gli occhi dei villeggianti
intenti a discender deliziose stradine
che conducono ai lidi...
e poi, Maratea, la perla del Sud;
e poi Lagonegro; la tua bella Città,
con la casa bianca e la ferrovia...
e lì, dove anche io ebbi i natali,
sosta, immersa nel verde, Lauria.
Luoghi d'incanto che ispirano passioni mai finite,
tenute nel cuore ed offerte al mondo, con grazia e garbo.
Arrivederci, caro compaesano...
Dio ti protegga col suo infinito abbraccio,
mostrando ai tuoi occhi quel mare luccicante,
chiaro, pieno di beltà e di sole.
Composta mercoledì 10 dicembre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Medel

    Nebbia

    Nebbia
    che avviluppa la città,
    ogni cosa sembra spettrale e
    inconsistente,
    dimensione strana,
    atmosfera sfumata,
    malinconia,
    atmosfera londinese;
    nebbia inghiotte ogni cosa,
    così sembra,
    ogni tanto appaiono ombre di passanti,
    macchine vanno pianino
    e spariscono nel biancore;
    giorni nebbiosi,
    mesi dei defunti.
    Composta sabato 10 dicembre 2016
    Vota la poesia: Commenta