Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giuseppe Acciaro
Silvio Berlusconi, la sua fidanzata Francesca Pascale e dei deputati del pdl si trovano a cena in un ristorante milanese. Berlusconi intrattiene gli altri commensali, raccontando barzellette che vedono protagonista un comunista gay invalido e di origine africana. Ridono quasi tutti; Maurizio Gasparri lo fa a scoppio ritardato, con un suo collega che ogni volta gli spiega il senso della barzelletta, mentre Fabrizio Cicchitto solletica sotto le ascelle per farlo ridere un giovane deputato, che si dimostra piuttosto distaccato, Francesca Pascale chiede cinque stecchini per recuperare il cibo rimasto tra i denti, e ride fragorosamente ad ogni uscita del suo fidanzato. Arriva Apicella che prova insieme a Berlusconi il nuovo inno di Forza Italia. Il leader del pdl stona, ma tutti urlano "Sei grande! Immenso! Nessuno canta come te!" Berlusconi tenta di imitare le mosse di Elvis Presley, ma ricade sulla sedia, sorretto da Bondi e da Lupi, che gli domandano scusa per non averlo sorretto in tempo. Berlusconi tocca la schiena di un cameriere gobbo, spiegandogli di non sentirsi in un periodo fortunato. Una giovane donna critica questo gesto, e Berlusconi risponde di non accettare le lamentele di una che vota m5s. Si rivolge infine ai suoi amici. "Che volete, non tutti nascono signori come me!"
Giuseppe Acciaro
Composta venerdì 26 luglio 2013
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Acciaro
    "I miei bambini sono pestiferi, le ho tentate tutte, ma non riesco mai a farmi ubbidire", dice una signora ad un'amica. "Con i miei ho trovato il sistema per metterli tranquilli. Inserisco il cd della Chiara Galiazzo, e loro mi implorano di spegnere, diventando subito degli agnellini".
    Giuseppe Acciaro
    Composta venerdì 26 luglio 2013
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Scritta da: Giuseppe Acciaro
      Nunzia de girolamo, ministro dell'agricoltura, sta leggendo un articolo sul giornale, che riguarda la giunta comunale del pdl di un centro della lombardia, i cui componenti sono stati condannati in via definitiva per corruzione, truffa, appropriazione indebita, concussione e altri reati. "Non è possibile infamare così delle persone immacolate", sbotta la de girolamo. In un altro articolo si accenna ad una possibile indagine su un deputato del m5s. "Speriamo che venga fatta giustizia e che quell'uomo stia in carcere per almeno trent'anni!", esclama il ministro. "Meno male che sono una persona obbiettiva, che non si lascia fuorviare dai titoli sui giornali", afferma con grande energia.
      Giuseppe Acciaro
      Composta sabato 20 luglio 2013
      Vota la frase umoristica: Commenta
        Scritta da: Giuseppe Acciaro
        Laura Comi, europarlamentare del pdl, è ospite di un programma televisivo. Si sta parlando della Rivoluzione Francese. La Comi tiene nascosto all'interno della giacca un lettore cd portatile, collegato all'orecchio con un filo. Il conduttore la coinvolge nel dibattito, e la Comi schiaccia il pulsante Play. Il cd non sembra registrato. La deputata inizia a sudare. "Ci sono state figure importanti nella Rivoluzione Francese, quali Stalin, Churchill...". Improvvisa a stento. Il conduttore si dimostra imbarazzato, mentre i presenti mormorano. La Comi saluta tutti dicendo di essere attesa in altri programmi. Uscita dagli studi fracassa il lettore cd, poi telefona a Gasparri. "Perché non hai registrato il cd? Contavo sul tuo aiuto per fare una bella figura sulla Rivoluzione Francese". "Ti avevo detto che avrei inciso tutto quello che sapevo, no? E allora, non sono stato di parola?"
        Giuseppe Acciaro
        Composta martedì 16 luglio 2013
        Vota la frase umoristica: Commenta
          Scritta da: Giuseppe Acciaro
          Il ministro della salute Beatrice Lorenzin sta guardando un film dove è protagonista l'attrice Meg Ryan. La lorenzin fa delle smorfie cercando di imitare l'attrice americana. "Cara Meg, ormai siamo identiche, anzi io ho più sex appeal di te". La Lorenzin spegne il televisore, poi guarda sconfortata una serie di libri sul tavolo: "la medicina in pillole", "come sapere tutto sulla medicina in 24 ore", "il breviario della salute", "abbecedario della sanità".
          "Uffa, stasera non ho voglia di studiare".
          Squilla il cellulare.
          "Ciao Silvio, lo sai? Non riesco a concentrarmi su questi manuali che ho acquistato al mercatino".
          "Non ti preoccupare, cara. Le mie collaboratrici non hanno bisogno di essere preparate, ma le voglio pronte a spostarsi da un incarico all'altro. Fra poco ci sarà l'ennesimo rimpasto di governo e può darsi che tu diventi" ministro delle risorse celate "oppure" ministro della seconda chance ". Se non dovessero piacerti io e gli altri amici delle larghe intese cercheremo di inventare nuovi ministeri. Coi ragazzi stiamo pensando di cambiare il nome al partito. Che ne dici di" dai "(dediti all'italia) o" cipi "(contro i propri interessi)?"
          Giuseppe Acciaro
          Composta giovedì 11 luglio 2013
          Vota la frase umoristica: Commenta
            Scritta da: Giuseppe Acciaro
            Il direttore del Tg La7, Enrico Mentana, sta preparando il palinsesto per la giornata successiva. "Domani interromperemo un film francese per approfondire i commenti dopo le elezioni della Giunta Comunale in un paese del Salento, poi troncheremo un film con Dirk Bogard per esaminare l'ultima campagna referendaria, e bloccheremo la visione di un cortometraggio inedito di Robert Altman per intervistare due deputati del pdl, che dopo diversi mesi non si sono ancora ripresi dalle delusioni patite nelle ultime amministrative", dice Mentana a voce alta, mentre si trova da solo nel suo studio. "Prima o poi la rete si stancherà di inserire altri programmi, così finalmente prenderà il nome di Telementana".
            Giuseppe Acciaro
            Composta martedì 9 luglio 2013
            Vota la frase umoristica: Commenta
              Scritta da: Giuseppe Acciaro
              "Non possiamo continuare in questo modo, occorrono delle riforme strutturali congrue alla realtà che stiamo vivendo, alle esigenze del paese. Io continuo a mettermi nei panni di quegli elettori che necessitano di risposte concrete, di proposte innovatrici", dice Matteo Renzi ad un giornalista che non aveva nessuna intenzione di intervistarlo. L'ex sindaco di Firenze si tocca i capelli e gliene restano in mano diversi di colore grigio. "Queste tinture non tengono più, io non posso invecchiare, io sono il futuro della politica", si lamenta a voce alta. Si avvicina ad una telecamera della Rai, ma gli viene detto di allontanarsi. Arriva un giornalista che gli mette una mano sulla spalla. "Si rilassi, Renzi. Siamo nel 2036, e si ricordi che il suo partito non esiste più. È stato lei a dargli la botta definitiva". Matteo Renzi sgrana gli occhi, poi se ne va ripetendo dei monologhi di parecchi anni prima.
              Giuseppe Acciaro
              Composta domenica 7 luglio 2013
              Vota la frase umoristica: Commenta
                Scritta da: Giuseppe Acciaro
                Sono stati trovati i resti presso il Monte Argentario, in Toscana, di un individuo dalla testa abnorme, dal naso smisuratamente lungo, dagli occhi terribilmente incavati e con la bocca larga. Non si sa ancora a che epoca risalga, ma data l'incredibile somiglianza con il giocatore della Juventus, Giorgio Chiellini, è stato quindi denominato "Homo Chiellinens".
                Giuseppe Acciaro
                Composta venerdì 5 luglio 2013
                Vota la frase umoristica: Commenta
                  Scritta da: Giuseppe Acciaro
                  Siamo in una cittadina della Campania. Un turista sta per imboccare la laterale che porta alla piazza principale, ma si ferma perché vede un giovane sconvolto, che cammina a fatica appoggiandosi al muro. "Che ti è successo?" "Avevo promesso a un mio amico che avrei ascoltato assieme a lui un tipo dalla testa a uovo, che avrebbe parlato del suo ultimo libro e dei principali aspetti della Camorra. Ma io non ce l'ho fatta ad ascoltarlo fino in fondo, sono pur sempre un essere umano. Così sono scappato insieme a tanti altri". Il turista si sente gelare il sangue. "So chi è quell'uomo, si chiama Roberto Saviano. Credo proprio che per il momento non passerò per la piazza: ho assistito ad un suo monologo televisivo di sette ore, e da allora non sono più stato lo stesso!"
                  Giuseppe Acciaro
                  Vota la frase umoristica: Commenta
                    Scritta da: Giuseppe Acciaro
                    Pino Insegno è all'interno di uno studio televisivo. Stanno per iniziare le riprese di un programma. Il presentatore si trova davanti ad uno specchio. Sta facendo una serie di smorfie. "Oggi non mi piaccio, prima ho temuto persino di aver cambiato espressione. Invece voglio averne una sola. Ecco, forse ci siamo. Bene, ho ritrovato il mio ghigno sorridente. Guai a me se non lo tengo fisso". "Pino, sei pronto?" Domanda un operatore. "No, aspetta ancora un momento... sì, ormai ho la faccia bloccata. Andiamo ragazzi, si incomincia. Mi raccomando, vi voglio tutti spontanei!"
                    Giuseppe Acciaro
                    Vota la frase umoristica: Commenta