Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Silvana Stremiz

Senza


Scegli la pagina:
Rovine vero rifugio finalmente verso cui da tanto lontano dopo tanti falsi. Spazi senza fine terra cielo confusi non un rumore tutto immobile. Faccia grigia due azzurro pallido corpo minuto cuore che batte solo in piedi. Spento aperto quattro pareti cadute all'indietro vero rifugio senza uscita.
Rovine sparse confuse con la sabbia grigio cenere vero rifugio. Cubo tutto luce bianco assoluto facce senza tracce nessun ricordo. Sempre e soltanto aria grigia senza tempo chimera la luce che passa. Grigio cenere cielo riflesso della terra riflesso dei cielo. Sempre e soltanto questa fissità immutabile sogno l'ora che passa.
Maledirà Dio come in quei giorni benedetti faccia verso il cielo aperto l'acquazzone passeggero. Corpo minuto faccia grigia lineamenti fessura e buchetti due azzurro pallido. Facce senza tracce bianco assoluto occhio calmo finalmente nessun ricordo.
Chimera la luce sempre e soltanto aria grigia senza tempo non un rumore. Facce senza tracce quasi raggiunte bianco assoluto nessun ricordo. Corpo minuto saldato grigio cenere cuore che batte faccia fissa lontano. Lo bagnerà la pioggia come nei giorni benedetti dell'azzurro la nuvola passeggera. Cubo vero rifugio finalmente quattro pareti all'indietro nessun rumore.
Cielo grigio nessuna nuvola non un rumore tutto immobile terra sabbia grigio cenere. Corpo ... [segue »]

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Silvana Stremiz
    Riferimento:
    Composto nel 1969

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:7.80 in 5 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti