Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Simona

Una melodia per Kay


Scegli la pagina:
Parte prima
Il semaforo divenne verde e Jacob attraversò, senza nemmeno alzare lo sguardo.
I suoi occhi avevano perso la luce da molto tempo, ma il suo udito era perfetto, i suoni erano il suo unico mondo.
Percorse la strada fino all'ingresso di Central Park e poi andò a sistemarsi nel solito posto.
Jacob Martin non aveva sempre vissuto così. Da piccolo aveva sviluppato una particolare propensione per la musica, così, finite le primarie, lo avevano indirizzato verso un istituto musicale.
Aveva appena finito di imparare le basi quando una retinite lo rese completamente e definitivamente cieco a soli 16 anni.
Accettare questa condizione fu molto difficile, nonostante i tentativi dei suoi per non farlo emarginare, lui si chiuse in un mondo fatto solo di suoni.
Quello che preferiva era il suono della sua armonica, poteva suonare ogni cosa gli passasse per la mente, dalla musica country/folk a quella classica.
Jacob teneva la finestra della sua camera aperta, non vedeva con gli occhi, ma poteva percepire ogni cosa con il resto dei sensi.
Si metteva vicino al davanzale dove i raggi del sole potessero toccargli il viso, poi iniziava a suonare e andava avanti per ore, finche non si sentiva le ... [segue »]

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Simona
    Riferimento:
    Questo è un racconto che ho scritto fra ieri e oggi, nato da un'ispirazione "volante" nel senso che mi è arrivata così, al volo mentre parlavo di musica con una persona.

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti