Scritto da: zakka

La scala e i suoi gradini

Bernardo contemplava gli scalini che scendevano inesorabili dal salotto alla cucina, con salti regolari. Era seduto in terra, a gambe incrociate e le braccia conserte.
Si ricordò nervosamente della crosta che aveva sul ginocchio, la guardò attentamente e poi la esplorò con prudenza, sapendo che... [continua a leggere »]
Massimo Zaccagna
Vota il racconto: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di