Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: madele

L'orgoglio d'esser terroni

Non è il brullo della zolla che rende l'uomo terrone, né il volto riarso dal sole, in solchi segnato da stenti profondi.
Un popolo siamo, di barbarie segnato, dal vile Savoia beffato. Solo chi, col verbo ribelle, ha estinto la sete, dal libro infingardo ha distolto lo sguardo, cercando e capendo... [continua a leggere »]
Massimo De Leonardis
Composto domenica 5 agosto 2012
Vota il racconto: Commenta