Scritto da: Giorgio Baiardi
Oltre ogni immaginazione. Nonostante il buio intorno al mondo che genera le ingiustizie. Oltre ogni traguardo. Nella solitudine che si prova nel tentare di cambiare. Oltre ogni sogno. Nel malinconico intento, di poter governare il malumore. Oltre ogni speranza. L'attenzione dedicata ad ogni... [continua a leggere »]
Giorgio Baiardi
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Giorgio Baiardi
    Capire il tempo e capirne la sua voce che riecheggia dentro me. Nella solitudine di un'ampiezza lontana, non trovo pensieri attraversabili da realtà a te appartenenti. Non ci sono pensieri che mi appartengono nell'appartenerti. La mia preghiera, sembra quasi un'esortazione minacciosa che, ormai... [continua a leggere »]
    Giorgio Baiardi
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Giorgio Baiardi
      L'abitudine alle cose, ai sentimenti. Spesso la vita ci tiene in catene, tanto che si dimentica quanto importante siano i nostri valori. Troppo spesso ci sentiamo così giù, che la mente si fa un giro in un pozzo profondo, pieno di acqua nera. Io ti penso, sai. Oggi, domani. Con la bocca che ti... [continua a leggere »]
      Giorgio Baiardi
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Giorgio Baiardi
        Non prevaricare le altrui persone è la mia sindrome compulsiva. Una vera e propria mania dell'essere discreto. Lo so, per un ambizioso in tutti i campi della vita, è un bel problema. Un grande conflitto interno, tra lo stare in me stesso e la grande voglia di raggiungere traguardi. Non c'è nulla... [continua a leggere »]
        Giorgio Baiardi
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Giorgio Baiardi
          Le "mie" immagini, che ritornano da una voluta amnesia retrograda. Una pazienza lontana, che un privilegio non scontato ritiene di riconoscere ancora. Il domandarsi perché. Il bene. L'amore. Pure se tu, non sempre l'hai avvertito. Con ragionevolezza. Perché, spesso, sono io a non volermi bene e... [continua a leggere »]
          Giorgio Baiardi
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di