Scritto da: Giorgio Baiardi
Mi guardo intorno e vedo amori lontani. Troppe le persone, che non condividono il cuore pur essendo vicini. Come si può. Io lo so. Che ci sei tu, a cui non si può chiedere di più. Che non potrei desiderare di più. Noi, che siamo nell'anima. Dentro l'anima. Che si fregia di noi, lusingata dell... [continua a leggere »]
Giorgio Baiardi
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Giorgio Baiardi
    Quali vecchi ricordi, quali sensazioni ti lasciano. È come pensare, al profumo che usciva dalla cucina, quanto tua madre era così giovane eppure così grande. Quando il vento e tutto al mondo, ti conduceva al suo affetto. Ricercato, voluto. Un amore così remoto, eppure così presente. Impresso... [continua a leggere »]
    Giorgio Baiardi
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Giorgio Baiardi
      Gli anni persi, sono andati via. Come un tuffo in mezzo al mare blu. Che quando entri nell'acqua ti perdi, in uno stato innaturale. Tempi andati. Nonostante le mie paure, quelle di non comprendere appieno. Di non poter condividere tutto. Con la vita così incerta, che il domani non si sa. Che non... [continua a leggere »]
      Giorgio Baiardi
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Giorgio Baiardi
        L'Avvocato del Diavolo. È solo un modo di dire, oppure lungo la riva dei suoi fiumi d'odio, corre arrancando e con il volto sinistro, spera in un tributo di difesa. Qui. In superficie. È un riecheggiare di voci. E sono sempre più vicine. Sono immagini che mi feriscono, che mi colpiscono, che... [continua a leggere »]
        Giorgio Baiardi
        Vota il racconto: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di