Scritto da: Constantin Hadarag

Labirinti

Prologo

"... Chi è costui che sì superbo e contento cosi tanto di sé stesso passa su quel lontano, minuscolo pianeta detto terra? " chiese uno degli dèi infastidito dalla semplicità del sorriso dell'uomo e dalla mancanza della pesantezza dei suoi pensieri. "È il figlio del suo tempo e della... [continua a leggere »]
Constantin Hadarag
Vota il racconto: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di