Poesie inserite da Daniela Cesta

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Daniela Cesta

Nella notte brillante

La notte tiepida è piena di stelle,
nell'alto del firmamento brillano,
nel silenzio adorante, delle galassie e nebulose,

il sogno chiama il nostro inconscio segreto,
solleva noi dalla materialità della terra,
in una dimensione, piena di fascino, che sembra realtà

nella leggerezza e sfrontatezza del nostro pensiero,
particelle segrete che si sfogano nel sogno,
provengono dal cuore, scorrono nel sangue delle emozioni.

Nessuno può toglierci i sogni, appartengono a noi,
nel segreto della nostra mente, dal turbamento del cuore,
nell'insieme, delle nostre, sensazioni nascoste.
Composta domenica 17 maggio 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    Gioia di primavera

    La primavera è sconvolgente, per ognuno di noi,
    lieti i passi tra l'erba, tra il sublime verde,
    che riempie gli occhi e inonda i polmoni, di ossigeno buono,

    musica soave, alle nostre orecchie, ascoltate.
    Il canto della terra che gode dell'amore di Dio,
    il risveglio del calore del cielo, carezza tutti,

    ghirlande di fiori che abbracciano chiunque,
    quanto è grande il Signore, creando le stagioni per ogni tempo,
    la primavera è la stagione, del risveglio della natura,

    gioia, allegria, nel cinguettio degli uccelli,
    bello i miei passi tra l'erba e sulla terra morbida,
    canta l'usignolo, delizia e soavità nell'aria!

    Il suo canto è il ringraziamento al cielo,
    lode ai fiori e al verde delle fronde degli alberi,
    la natura ama totalmente, in lei c'è lo spirito di Dio.

    Immersi nella natura non ci sentiamo mai soli.
    Composta domenica 17 maggio 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      Ultimo raggio di sole

      L'ultimo raggio di sole, come un bacio soffice,
      la luce saluta terra, con tenera dolcezza,
      nel momento di silenzio, prima che le ombre,

      abbraccino gli alberi, fiori e acqua,
      scende il fascio di luce, con leggerezza estrema,
      suadente, evanescente, invitante,

      porta con sé, l'indescrivibile vuoto del cielo,
      il suo mistero che arriva dall'alto firmamento,
      luce che scalda ogni cosa e dona serenità,

      piccolo fascio di luce, che, lentamente si attenua,
      ultimo bacio di amore, sospiro di, un addio,
      lentamente arriva il buio, come, angoscia inquietante,

      ma la luce, tornerà, sempre, su ogni cosa.
      Composta martedì 12 maggio 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        Maggio

        Fluente la sensazione, che attraverso
        lo spirito gioioso entra nel cuore,
        nel tripudio del momento, mentre le mie labbra sussurrano,

        carezzando viole e primule, nel verde prato smeraldo,
        i profumi invadono i campi, arrivano verso il cielo,
        trasportati dal vento tiepido, riscaldato dal sole,

        gioia continua nel bosco tra il canto del cuculo
        che accompagna grilli e cicale, in un concerto
        dove danzano le farfalle variopinte!

        Il ruscello tra le rocce è limpido e brilla sotto il sole,
        il bellissimo capriolo beve nel silenzio d'amore
        dell'armonioso bosco che, rispecchia negli occhi,

        profumi, colori variopinti, aromi, dolcezza,
        è maggio.
        Composta martedì 12 maggio 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniela Cesta

          Incontro al tramonto

          Io passerò sulle grandi acque,
          guarderò i flutti delle grandi onde,
          come un, gabbiano, libero di volare,

          andrò contro il vento, sarò piu forte,
          nell'alto del cielo, oltre le nubi,
          andrò incontro al tramonto, nel lontano orizzonte,

          varcherò l'oceano, mentre le stelle del firmamento
          io bacerò con ardore, sospesa tra terra e cielo,
          nell'essenza dello spirito che tace e osserva,

          folle volo del corpo e dell'anima,
          nel mistero, del tempo di vita,
          dimenticando, ogni cosa, dietro le spalle,

          correrò veloce, con ali di acciaio!
          Nell'ora vespertina, che accompagna me,
          nei respiri, di un universo incantato.
          Composta martedì 12 maggio 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di