Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Marco Bartiromo

O' specchio (Lo specchio)

A vot me mett a pazzià
ioca a nascundiglie
facc' fint e no verè
pò sottu'occhie, mo trezzè
m'affacc chianu chiane
o' facc' pur nu surris
iss me guard
o' vec ca madda ricere coccos
se mett pur scuorn
pò chianu chian
me guard dint'a ll'uocchie
e me dice
tu si accussì

A volte mi metto a scherzare
gioco a nascondino
faccio finta di non vederlo
lo guardo con indifferenza
mi affaccio piano piano
gli faccio anche un sorriso
lui mi guarda
mi accorgo che deve dirmi qualcosa
si mette anche vergogna
poi piano piano
mi guarda negli occhi
e mi dice
tu sei così!
Composta giovedì 19 novembre 2009

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Marco Bartiromo

    Commenti

    1
    postato da , il
    Non entro nel merito del testo, però è scritto in un dialetto "parlato" che non ha nulla a che vedere col dialetto. Ciò presuppone l'assenza completa di una conoscenza letteraria dialettale. Prima di scrivere bisogna imparare a scrivere!

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti