Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Marilù Rossi

Campanilismo

Nu Milanese fa na cosa? embè,
tutta Milano: - Evviva 'o Milanese!
È rrobba lloro e l'hann' 'a sustenè,
e 'o stesso 'o Turinese e 'o Genovese.

Roma? : - Chisto è Rumano e si è Rumano,
naturalmente vene primma 'e te.
Roma è la Capitale! E si è Tuscano,
Firenze ne fa subbito nu rre.

Si fa na cosa bona nu Pugliese?
Bari, cu tutte 'e Puglie, 'o ffa sapè.
Si è d' 'a Basilicata o Calavrese,
na gara a chi cchiù meglio 'o po' tenè.

È nu Palermitano o Catanese?
tutt''a Sicilia: - Chisto è figlio a mme!
Si è n'Umbro, Sardo, Veneto, Abruzzese,
'a terra soia s''o vanta comme a cche.

Le fanno 'e ffeste, aizano 'o pavese:
senza suttilizzà si è o nun è.
Nun c'è nu Parmigiano o Bolognese
ca 'e suoie nun s' 'o difendono; e pecché

si è nu Napulitano, 'a città soia,
'o ricunosce e nun ce 'o ddà a parè?
S''o vasa 'nsuonno e nun le dà sta gioia.
E 'e trombe 'e llate squillano: " Tetèee! "

Qualunque cosa fa, siente: - " E ched'è? "
" 'O ssaccio fà pur'io. " " Senza pretese. "
E chesto simme nuie. Dopo di che,
Nun se fa niente 'e buono a stu paese?

E tu, Napule mia, permiette chesto?
Strignece 'mpietto a te, figlie e figliaste.
Arapencelle 'e braccia e fallo priesto:
avimm' 'a stà a " guaglione " e simmo maste.

T'avante 'e vermicielle, 'e pummarole:
mmescace pure a nuie si 'o mmeretammo.
Che vvuò ca, cu stu cielo e chistu sole,
te dammo nu saluto e ce ne jammo?

Campanilismo bello, addò sì ghiuto?
facimmolo nuie pure comme a ll'ate.
si no p' 'a gente 'e Napule è fernuto,
e nun sarrammo maie cunsiderate.

Talento ne tenimmo, avimmo ingegno:
nu poco sulo ca ce sustenimmo,
cunquistarrammo chillu posto degno
ca, pè mullezza nosta, nun tenimmo.

Quanno na cosa è bbona e è nata ccà,
nu milione 'e gente l'ha da dì.
E vedarraie po' Napule addò va,
cu tutto ca è 'o paese d' 'o ddurmì.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Marilù Rossi

    Commenti


    8
    postato da aiakim, il
    Bellissima...che dire..quando si tocca la mia città, l'anima s'impadronisce di me! Grazie, Raffaele!
    7
    postato da , il
    no problem ! avevo capito !
    6
    postato da , il
    Volevo di Margherita, che gaff !   :-/
    5
    postato da , il
    Non mi ero accorto prima di questi commenti a questa poesia che è fra le mie preferite, non arriva la notifica per commenti a scritti che non sono i propri. Ti ringrazio molto anche io per la gentile traduzione. La mia attenzione è caduta subito sul mio verso preferito e forse come è stato scritto in italiano non dà il senso proprio esatto di quello che io credo voglia dire il poeta Viviani. " avimm' 'a stà a " guaglione " e simmo maste."     "Il masto" non sta ad indicare tanto la figura del titolare, dell'imprenditore, ma di quello che conosce il mestiere meglio di tutti, cioè quello che ha da insegnare a tutti. Mentre "o guaglion" è l'apprendista, l'aiutante. secondo me il verso significa  " Ci tocca coprire il ruolo di apprendisti quando per nostra natura ne abbiamo e abbiamo da insegnare. Grazie ancora della traduzione per l'amica Patrizia. Ciao Patrizia, sono felice ti piaccia questa perla di Viviani.
    4
    postato da , il
    Grazie per la traduzione. Detesto i modi comuni di dire, Napoli è sempre stata una  città martoriata. ed è un vero peccato perchè è una parte bellissima e importante della nostra Italia. Continua a difenderla!

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.79 in 70 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti