Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Antonella

L'amaro in bocca

Attonita e assorta
mi abbandono a insoliti esercizi
di taratura.
Potrò calcolare
quale il dolore più greve
quale il giogo più angusto?
Le parole irriverenti
o il buoi del silenzio,
arma tua affilatissima,
che contro me scagli
con volontà d'offesa?

I conteggi del cuore
fan difetto dell'acume
necessario alle stime,
i conti non tornano mai
c'è sempre una carenza
o un eccesso.
Preferisco l'eccesso,
posso incontrare
con chi spartir
quel che resta.

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Antonella
    Ha partecipato al concorso
    Come un granello di Sabbia

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti